Visitare La Spezia cosa vedere guida turistica

Cosa vedere a La Spezia: consigli informazioni idee per visitare La Spezia dove dormire.

La Spezia è ben protetta nel centro di una profonda insenatura naturale, tra i due promontori che racchiudono il Golfo di La Spezia, noto anche come Golfo dei Poeti, si trovano alcune tra le località più belle del Mar Ligure come Lerici e Portovenere.
È un’ottima base di partenza per visitare le vicine località delle Cinque Terre, tutte raggiungibili anche con il servizio di trasporto marittimo con imbarco al porto di La Spezia.

Indice:
  1. Video: La Spezia
  2. Storia cultura e turismo
  3. Cosa vedere a La Spezia?
  4. Musei a La Spezia
  5. Escursioni nei dintorni di La Spezia
  6. Eventi Sagre e Fiere a La Spezia
  7. Enograstronomia: cosa mangiare a La Spezia
  8. Parcheggi La Spezia
  9. Area camper attrezzata La Spezia
  10. Dove dormire a La Spezia?
  11. Numeri utili


Guarda il video: La Spezia HD


Storia cultura e turismo

La Spezia, legata all’ambiente militare dal 1869 fino quasi alla fine del ventesimo secolo, sta puntando su una spiccata conversione al turismo.
La riqualificazione della parte più vecchia della città, i prossimi lavori in programma per il rinnovo della zona fronte mare, i nuovi quartieri che occuperanno le ex aree industriali e la creazione di un polo croceristico evidenziano l’orientamento assunto dall’economia cittadina.

Dotata di numerosi musei, alcuni alquanto singolari, che attraggono visitatori da ogni parte d’Italia e d’Europa, La Spezia dispone anche di numerose strutture ricettive di varia tipologia in grado di accontentare ogni tasca e preferenza.

La città gode anche della vicinanza a mete turistiche e balneari di grande spicco quali Lerici e Porto Venere, e l’affascinante territorio delle Cinque Terre è a un passo dal centro.
Una solidissima tradizione eno-gastronomica e la fusione tra storia e natura dei borghi nell’entroterra completano uno straordinario e variegato ventaglio di proposte.

Città importante dal punto di vista culturale, La Spezia offre polene di antichi vascelli e dispositivi bellici al Museo Navale, le miniature del ‘300 e i quadri di Tintoretto, Tiziano, Pontormo custoditi all’interno del Museo Civico Amedeo Lia, il Castello di San Giorgio e l’esposizione di reperti archeologici, preistorici e romani.
Strettamente connessa alle vicende di Genova, per una ventina di anni fu la capitale della Signoria guelfa di Niccolò Fieschi, al quale si deve la prima fase della costruzione del Castello di San Giorgio, che si estendeva da Sarzana a Lavagna.


Cosa vedere a La Spezia

Anche se colpita da distruttivi bombardamenti aerei durante la Seconda Guerra Mondiale, la città conserva alcune interessanti testimonianze che documentano il suo vivace passato.

  • La Spezia è famosa per l’Arsenale Militare del quale consigliamo la visita
  • Poco distante dall’ingresso dell’Arsenale Militare Marittimo di La Spezia, edificio simbolo della città e nucleo del suo sviluppo, si apre Piazza Sant’Agostino che dal lato mare presenta una continuità di palazzi barocchi costruiti inglobando le case-torre preesistenti la cui presenza affiora nelle parti basamentali.
  • In piazza Verdi sorge il Palazzo delle Poste, all’interno della torre che lo affianca si può ammirare un grande mosaico sul tema delle comunicazioni, famoso esempio di arte futurista.
  • Alle spalle Palazzo delle Poste, in via XX Settembre, si trova Villa Marmori-Ceretti sede del Conservatorio Giacomo Puccini; la costruzione è considerata uno dei più riusciti esempi di architettura in stile floreale della città. Impreziosita da pregevoli vetrate art decò, è decorata all’interno da affreschi del pittore spezzino Luigi Allegretti.
  • Tra le architetture religiose spiccano la moderna Cattedrale di Cristo Re e la Chiesa di Santa Maria Assunta. Malgrado i numerosi rifacimenti quest’ultima conserva alcuni elementi originali risalenti al 1200, al suo interno si ammirano una tela di Luca Cambiaso ed una terracotta invetriata ad opera di Luca della Robbia.
  • Dall’Arsenale Militare ci può arrampicare sulle scalinate del quartiere Il Poggio fino al Castello di San Giorgio dove sono esposti reperti archeologici e collezioni preistoriche e romane provenienti dalla zona.

Musei a La Spezia

Il territorio è conosciuto ed apprezzato in particolar modo per le peculiarità ambientali che lo caratterizzano dalla costa all’entroterra, ma negli ultimi anni La Spezia, dotandosi numerosi poli culturali, ha ampliato l’offerta culturale dimostrando di potersi adattare a flussi turistici diversificati.

  • Museo Civico Amedeo Lia
    Via del Prione, 234 – tel. 0187 731100
    Apertura: martedì / domenica – 10/18 – Chiuso il lunedì
    Espone un assortimento di opere che documentano l’evoluzione del gusto e della cultura dell’arte dall’epoca classica all’età moderna. La collezione comprende oggetti d’arte di ogni genere raccolti in cinquant’anni dall’industriale Amedeo Lia.
    Il museo si completa di un chiostro seicentesco che ospita un prezioso giardino nel quale vivono una trentina di specie vegetali, rappresentate in alcune opere esposte, illustrate da schede di approfondimento sia sotto l’aspetto botanico che storico-artistico.
    Sito web ufficiale
  • Centro Arte Moderna e Contemporanea
    Piazza Cesare Battisti, 1 – tel. 0187 734593
    Apertura: martedì / sabato 10/13 – 15/19 – domenica 11/19 – Chiuso il lunedì
    È situato nella palazzina dell’ex tribunale, nel cuore storico della città a due passi dall’Arsenale, dai giardini e dal lungomare. Ospita mostre permanenti e temporanee.
    Sito web ufficiale
  • Museo Castello di San Giorgio
    Via XXVII Marzo – tel. 0187 751142
    Orario invernale: lunedì 9.30/12.30 – mercoledì / domenica 9.30/12.30 – 14/17 (primavera e autunno 15/18)
    Orario estivo: lunedì 9.30/12.30 – mercoledì / domenica 10.30/13.30 – 17/20
    Chiusure: lunedì pomeriggio – martedì (tranne festivi) – 1 gennaio – 24 e 25 dicembre
    Il museo espone reperti archeologici provenienti dalla Lunigiana e dalla città romana di Luni.
    Sito web ufficiale
  • Museo Diocesano
    Via del Prione, 156 – tel. 0187 257426
    Apertura: venerdì / domenica 10/12.30 – 16/19
    Ospitato nell’antico Oratorio di San Bernardino, il museo diocesano espone reperti che testimoniano le vicende storiche del territorio, dal punto di vista religioso, accompagnati da pannelli illustrativi.
    Sito web ufficiale
  • Museo Nazionale dei Trasporti
    Sezione ferroviaria: Via Fossitermi, snc – tel. 0187 718912
    Apertura: sabati non festivi 09.30/12.30 – 14.30/17.00
    Sezione autobus e filobus: Via del Canaletto, 100 – tel. 0187 522511
    Visitabile solo su prenotazione anticipata di almeno 7 giorni
    Il museo recupera, restaura e conserva locomotive, sia a vapore che elettriche, vetture, bagagliai e altro materiale relativo al trasporto su rotaia, preservando per le generazioni future le tracce dell’evoluzione tecnologica.
    Resi nuovamente funzionali i treni storici vengono utilizzati nel corso di eventi storici, culturali, turistici o enogastronomici, permettendo al pubblico di rivivere la realtà storica di un passato recente nel tempo ma tecnologicamente lontanissimo.
    Sito web ufficiale
  • Museo Civico Etnografico
    Via del Prione, 156 – tel. 0187 257426
    Apertura: mercoledì / domenica 10/12.30 – 16/19
    Chiusure: lunedì e martedì
    Giovanni Podenzana, collezionista appassionato di tradizione popolare, ha raccolto strumenti e utensili domestici e agricoli, arredi e suppellettili, abiti tradizionali e tessuti relativi alla cultura e alla civiltà delle comunità appartenenti alla Lunigiana storica.
    Il percorso di visita si articola attraverso le seguenti sezioni: devozione e culti popolari, superstizione e pratiche magico-terapeutiche, oreficeria , arredi domestici, oggetti personali, attrezzi per la tessitura e abbigliamento.
    L’esposizione comprende anche alcuni reperti appartenenti a civiltà straniere che il magnate ha raccolto durante i suoi viaggi ottocenteschi.
    Sito web ufficiale
  • Museo del Sigillo
    Via Prione, 236 – tel. 0187 778544
    Apertura: martedì 16/19 – mercoledì / domenica – 10/12 – 16/19 – Chiuso il lunedì
    I 1500 esemplari esposti rappresentano la più completa collezione di sigilli che sia mai stata raccolta. I campioni sono di provenienza diversa e coprono un arco di tempo che va dal IV millennio a.C. sino all’epoca moderna.
    Sito web ufficiale
  • Museo Tecnico Navale
    Viale Amendola 1 – tel. 0187 770750
    Apertura: lunedì / sabato 8/18.45 – 15/19 – domenica 8/13
    Chiusura: 27 e 28 marzo – 15/08 – 1/11 – 8, 24, 25, 26, 31 dicembre – 1/01
    Adiacente alla porta principale di accesso all’Arsenale Militare espone una ricchissima raccolta di materiale che illustra la storia della nostra Marina.
    Vi si possono ammirare una preziosa collazione di polene, armi di ogni genere e tipo, modelli e parti di velieri e navi, attrezzature, uniformi, medaglie e bandiere.
    Sito web ufficiale

Escursioni nei dintorni di La Spezia

Itinerari a La Spezia e nei dintorni della città: Alta Via del Golfo, Monte Santa Croce, Salto del Gatto, Anello della Pieve di San Venerio

  • L’Alta Via del Golfo
    È un camminamento che percorre a mezza costa il golfo spezzino, da Porto Venere a Bocca di Magra, presentando in abbondanza splendidi panorami dal primo all’ultimo chilometro di sentiero. L’itinerario è vario e complesso; attraversa il territorio del Parco Naturale Regionale Montemarcello-Magra e si snoda prevalentemente su strade secondarie assecondando avvallamenti e crinali.
    Il percorso non presenta difficoltà tecniche o di orientamento e la vicinanza con gli agglomerati urbani lo rende estremamente accessibile e frazionabile; un servizio di trasporto pubblico attivo anche nei giorni festivi permette di raggiungere i punti d’accesso o di rientrare alla base da punti intermedi.
  • Monte Santa Croce
    Accessi: in auto da Via Fieschi (Strada Provinciale 530 di Porto Venere) – autobus linee 21, 11/P. La passeggiata è frazionabile in due tranche: il primo segmento lungo un chilometro e mezzo circa arriva al Santuario della Madonna Dell’Olmo, mentre per raggiungere la vetta bisogna camminare un altro paio di chilometri lungo una comoda strada di servizio.
    È uno dei rilievi maggiori del golfo e ad un’area pedemontana dove l’ambiente è fortemente antropizzato contrappone la parte alta caratterizzata da cave dismesse e grandi zone boschive.
    Partendo dalla località di Fabiano Basso, la strada prende l’aspetto di una bella scalinata acciottolata fiancheggiata da alti muri che la separano dagli orti chiusi, tipicamente liguri. Proseguendo si arriva a Fabiano Alto, in posizione ottimale per una panoramica sull’Arsenale Militare; oltre il paese si incrocia la Litoranea per le Cinque Terre e seguendola verso destra per una decina di metri si guadagna la scalinata che attraverso terrazzamenti e macchie di roverella arriva al santuario.
    Chi raggiunge la cima potrà godere di un’impareggiabile vista sul Golfo e di inattese sorprese quali fenomeni carsici superficiali, doline, karren ed i fusti dei cannoni abbandonati alla fine della Seconda Guerra Mondiale.
    Dalla cima ci si congiunge facilmente con il sentiero dell’Alta Via del Golfo, che connette i borghi di Biassa e Campiglia dai quali si raggiunge la città anche con i mezzi pubblici.
  • Salto del Gatto – Marinasco
    Accessi: in auto da Via Genova – in autobus dalla linea 3.
    Una passeggiata di quasi tre chilometri a ritroso nel tempo, che inizia nel momento in cui il Colle dei Cappuccini rappresenta una sorta di spartiacque tra la città medievale e la Spezia moderna.
    Dalla località Chiappa si percorre la via Aurelia fino a raggiungere la scalinata acciottolata di via Salto del Gatto, che già nei primi metri offre un bel panorama della parte più antica della città.
    Man mano che la scalinata si trasforma in una strada lastricata si attraversano i piccoli agglomerati collinari con le case addossate una all’altra e numerosi camminamenti sotto i caratteristici volti.
    Si prosegue lungo la via di crinale per Strà, fino alla scalinata che taglia un castagneto, per arrivare all’antica Pieve di Marinasco, dalla quale si ottiene una splendida vista panoramica.
    Per ritornare rapidamente al punto di partenza si può scendere agevolmente dalla scalinata di Via della Guercia.
  • Anello della Pieve di San Venerio
    Accessi: in auto da Via della Pieve – in autobus dalle linee 21, 11/P, SC.
    Il percorso è lungo un po’ più di tre chilometri e si snoda sulle colline orientali partendo dalla romanica Pieve di San Venerio.
    Ci si inoltra per Via della Lobbia, a metà tra strada e mulattiera, dove i muretti in pietra e alcuni edifici rurali non ancora ristrutturati ci proiettano in un’atmosfera d’altri tempi, mentre contorti ulivi secolari rendono l’idea di quello che doveva essere il paesaggio agreste originario.
    Si sale verso Carozzo, incontrando la villa padronale della famiglia Da Passano, con il suo rigoglioso giardino di piante esotiche.
    Da Carozzo si prosegue su un sentiero fino al borgo di San Venerio. Oltrepassato il paese si prende la la scalinata di Castelvecchio che ci riporta al punto di partenza.

Eventi Sagre e Fiere a La Spezia

Numerosi eventi e manifestazioni ricorrenti arricchiscono le giornate di cittadini e turisti in visita a La Spezia.

  • Chi ama gli oggetti del passato o cerca nuove chicche per le proprie collezioni può curiosare tra le bancarelle di Cercantico nel Golfo, il mercatino degli oggetti antichi e da collezione allestito in piazza Cavour ogni prima domenica del mese (tranne ad agosto).
  • I buongustai apprezzeranno la Sagra del Raviolo ai Frutti di Mare, che si svolge per tre weekend del mese di giugno nel quartiere Marola, e i due appuntamenti in borgata Cadimare con la Sagra del Muscolo (fine giugno primi luglio) e Sapori e Colori del Golfo, sagra dell’acciuga e dei piatti della tradizione nel mese di agosto.
  • Fiera di San Giuseppe (19 marzo): per tre giorni bancarelle con ogni tipo di merce invadono Piazza Europa, la Passeggiata Morin, l’area dei giardini e le strade adiacenti.
  • Di piazza in piazza: la prima domenica di maggio viene allestito un percorso enogastronomico attraverso le piazze più caratteristiche della città per gustare i prodotti tipici del territorio.
  • Paleofestival (fine maggio): archeologia sperimentale divulgativa presso Castello San Giorgio.
  • Festa della Marineria (metà giugno – anni dispari): biennale di arte, cultura e tradizioni marinare. Eventi e incontri con le eccellenze della tradizione marinara, degli sport nautici, della ricerca marina e delle costruzioni.
  • Lo Sbarco dei Pirati (giugno): con vicoli e carruggi addobbati a tema, per una notte il quartiere Cadimare si trasformerà nel covo dei pirati sbarcati dal veliero Quinto Remo.
  • Liguria da Bere (fine giugno, primi luglio): in corso Cavour degustazione dei migliori vini della regione in abbinamento a prodotti tipici del territorio.
  • Festival Internazionale del Jazz (fine giugno primi luglio): concerti con star nazionali ed internazionali, artisti emergenti e laboratori con maestri e musicisti di fama mondiale.
  • Palio del Golfo (primo weekend di agosto): nello specchio di mare antistante la passeggiata si svolge una competizione remiera preceduta da numerosi eventi collaterali. Alla gara partecipano le 13 borgate marinare del golfo e il giorno del palio si svolgono anche una grande fiera e uno spettacolo pirotecnico a chiusura della manifestazione.
  • Festa di San Venerio (13 settembre): per festeggiare il Patrono del Golfo sono organizzati un servizio di ristoro e visite guidate alle rovine monumentali sull’Isola del Tino, che avrà libero accesso per la giornata e per la domenica successiva.
  • Di Spalmabile in Spalmabile (ottobre): itinerario attraverso le piazze del centro storico per la degustazione di vari tipi di cioccolato.
  • La Fattoria in Città (fine novembre): in piazza Cavour fiera-mercato dei prodotti tipici del territorio, esposizione di animali da allevamento, battesimo della sella, cene a tema, laboratori del gusto e incontri con i produttori agricoli.

Enograstronomia: cosa mangiare a La Spezia

La tradizione gastronomica spezzina, legata nello stesso tempo alla cultura marinara e alla civiltà contadina, appaga il palato con le sue ricette semplici che ci riportano a una memoria lontana.
L’incontro fra terra e mare genera i piatti che più esprimono l’arte culinaria locale, legati alla cucina mediterranea e impreziositi dalle fragranze delle erbe aromatiche, dell’impareggiabile olio d’oliva e degli agrumi.

  • Nei vicoli della città vecchia il naso ci avverte quando la fainà esce dal forno, croccante e profumata, fatta solo con farina di ceci, rosmarino, sale, acqua e olio.
  • A Spezia non si può non assaggiare la mesciua, una gustosa zuppa densa a base di cereali e legumi, il piatto più tipico della città.
  • Pochi mezzi e tanta fantasia hanno prodotto le tagliatelle alla contadina, esaltazione delle verdure invernali: la pasta è senza uova, per condirla servono cavolo nero, patate e fagioli rossi, pepe, olio fresco e parmigiano completano questo appetitoso piatto unico.
    La ricetta prevede: 500 gr. di tagliatelle (fatte in casa senza uova), un cavolo nero, 100 gr. di fagioli secchi rossi, 200 gr. di patate, parmigiano grattugiato, olio d’oliva, sale e pepe. Preparazione: in acqua salata far bollire patate, fagioli precedentemente messi in ammollo, cavolo nero a pezzi. A parte cuocere le tagliatelle. Scolare il tutto e rimescolare in una terrina con olio, pepe e una manciata di parmigiano.
    La pasta alla contadina, col cavolo nero, le patate e i fagioli neri, è l’esaltazione delle verdure d’inverno. Le tagliatelle, un tempo, si cuocevano a parte. Oggi che c’è più possibilità di disinfettare le verdure, è consigliabile cuocere la pasta nell’acqua dove sono state messe a bollire. Il parmigiano grattugiato, l’olio d’oliva, sale e pepe, completano questo piatto unico.
  • Completamente vegetali il fricandò, che negli ingredienti ricorda la francese ratatuille, le lasagne ai carciofi, le frittelle di granturco e cipolla, i gatafuin che sono una sorta di grossi ravioli fritti ripieni di erbette e formaggio, la torta salata di farro.
  • I frutti del mare sono gli ingredienti di numerose ricette fra le quali compaiono le frittelle di baccalà, la zuppa e le frittelle di bianchetti, le acciughe ripiene, i totani e le seppie in umido, il baccalà alla spezzina, le bughe marinate e le cozze ripiene, in cui i sapori della terra e la fragranza del mare si fondono in un trionfo di gusti racchiusi tra due gusci.
  • Piatti tipici apprezzati da chi preferisce la carne sono il coniglio alla cacciatora e la trippa in umido.
  • Ad accompagnare tutti piatti o come spuntino l’onnipresente focaccia e i golosissimi sgabei, strisce di pasta lievitata e fritta.
  • Il territorio produce alcuni ottimi vini, prevalentemente bianchi, quali lo Sciacchetrà, il Cinque Terre Doc, il Costa Marina e il Sarticola.

Parcheggi La Spezia

La Spezia è dotata di parcheggi pubblici gratuiti situati in prossimità dei punti di accesso:

  • Parcheggio Palaspezia, vicino al raccordo autostradale nella zona est
  • Parcheggio Piazza d’Armi, tra Viale Amendola ed il rione Pegazzano nella zona ovest

I parcheggi sono collegati con i principali punti di attrazione da un servizio di navette gratuito.
In pochi minuti, senza preoccuparsi del traffico e del parcheggio, si possono raggiungere il centro città, la stazione ferroviaria, l’ospedale, il centro commerciale Kennedy e tutti i maggiori punti di interesse.
Per gli orari dei collegamenti consultare il sito ACT Esercizio.


Area camper attrezzata La Spezia

L’area comunale attrezzata per sosta camper è situata in Viale San Bartolomeo di fronte alla nuova darsena, in corrispondenza del numero civico 805/a in località Pagliari.
È aperta dalle 7.30 alle 22.30, completamente recintata e sorvegliata 24 ore su 24.
Dispone di illuminazione notturna, impianto per il rifornimento di acqua potabile, bidoni per la raccolta differenziata dei rifiuti, area scarico acque grigie e nere.
La sosta è ad offerta libera e l’associazione di volontariato che gestisce il parcheggio si occupa anche della vendita di biglietti bus urbani ed extraurbani, di fornire informazioni turistiche, segnalare ristoranti e aziende convenzionate.
Telefono: 331 7233910


Dove dormire a La Spezia

HOTEL FIRENZE E CONTINENTALE albergo 3 stelle
HOTEL CORALLO albergo 3 stelle
HOTEL GENOVA albergo 3 stelle
HOTEL BIRILLO albergo 2 stelle
AFFITTACAMERE CASA DANE’


Numeri utili

  • Comune, istituzioni e forze dell’ordine: numeri di telefono e indirizzi
    APT – Viale Mazzini – tel: 0187 770900
    Capitaneria di Porto – Largo Fiorillo, 2 – tel. 0187 258101
    Carabinieri – Via Ugo Foscolo, 130 – tel. 0187 503130
    Comune – Piazza Europa, 1 – tel. 0187 7271
    Polizia municipale – Via Lamarmora, 18 – tel: 0187 7261
    Polizia Stradale – Viale Nazario Sauro, 1 – tel: 0187 749112
    Vigili del fuoco – Via Antoniana, 20 – tel: 0187 422474 / 0187 598911
    Vigili del fuoco – Via Valdilocchi – tel: 0187 598901
    Vigili del fuoco – Località Molo Garibaldi – tel: 0187 501610
  • Autonoleggi, stazione e taxi: numeri di telefono e indirizzi
    Autonoleggio Avis – Via Rosselli, 74 – tel: 0187 770270
    Autonoleggio Car Server – Via Della Concia, 1 – tel: 0187 599530
    Autonoleggio Europcar – Viale San Bartolomeo, 515 – tel: 0187 590247
    Autonoleggio Ferdani – Via Lunigiana, 203 – tel: 0187 507193
    Autonoleggio Gianfaldoni – Via Pitelli, 69 – tel: 0187 507050
    Autonoleggio Hertz – Viale S. Bartolomeo, 389 – tel: 0187 512140
    Autonoleggio Intergest – Via Della Pianta, 6 – tel: 0187 1875459
    Stazione Ferrovie dello Stato – Piazza Medaglie d’Oro – tel. 0187 704477
    Taxi – Viale Italia, 475 – tel: 0187 523523
    Taxi – Via Diaz – tel: 0187 736127
    Taxi – Via Delle Pianazze, 148 – tel: 0187 984222
  • Croce rossa, farmacie, guardia medica: numeri di telefono e indirizzi
    Croce Rossa – Viale San Bartolomeo, 446 – tel: 0187 560205
    Croce Rossa – Via Santa Caterina, 29 – tel: 0187 719010
    Croce Rossa – Stradone Doria, 131 – tel: 0187 512720
    Farmaceutica Spezzina – Via Del Prione, 263 – tel. 0187 737183
    Farmacia Alleanza Farmaceutica – Via Chiodo Domenico, 145 – tel. 0187 738007
    Farmacia Argentieri – Via Vittorio Veneto, 117 – tel. 0187 511179
    Farmacia Baracchini – Viale Giuseppe Garibaldi, 85 – tel. 0187 715003 Fax: 0187-715008
    Farmacia Bastiani – Viale Fieschi Nicolò, 214, località Marola – tel. 0187 731248
    Farmacia Bedini – Via Del Prione, 124 – tel. 0187 738113
    Farmacia Beretta – Via Canaletto, 302 – tel. 0187 503087
    Farmacia Bergero – Corso Nazionale, 33 – tel. 0187 501066
    Farmacia Campodonico – Via Della Torre Bartolomeo, 20 – tel. 0187 705404
    Farmacia Centrale – Corso Cavour, 105 – tel. 0187 737143
    Farmacia Croce Bianca – Piazza Sant’Agostino, 13 – tel. 0187 738041
    Farmacia Croce Rossa – Via Del Carmine, 2 – tel. 0187 735061
    Farmacia Croce Verde – Corso Cavour, 274 – tel. 0187 714940
    Farmacia Del Porto – Via Vittorio Veneto, 150 – tel. 0187 734006
    Farmacia Dell’Aquila – Via Chiodo Domenico, 97 – tel. 0187 23162
    Farmacia Dell’Arsenale – Via Monfalcone, 300 – tel. 0187 716856
    Farmacia Della Marina – Via Buonviaggio, 149 – tel. 0187 512612
    Farmacia Della Stazione – Via Fiume, 75 – tel. 0187 706147
    Farmacia Di Prima – Via Genova, 178 – tel. 0187 702585
    Farmacia Farina – Via Vittorio Veneto, 297 – tel. 0187 506243
    Farmacia Galli – Via Biancamano, 70, località Pitelli – tel. 0187 560132
    Farmacia Internazionale – Via Claudio Monteverdi, 41 – tel. 0187 718373
    Farmacia Maglio – Via Paverano, 3 – tel. 0187 731226
    Farmacia Maimone – Via Sarzana, 717, località Termo – tel. 0187 982840
    Farmacia Rapallini – Piazza Mentana, 11 – tel. 0187 738159
    Farmacia Roffi – Via Lunigiana, 746 – tel. 0187 504034
    Farmacia Santa Barbara – Via Sardegna, 13 – tel. 0187 515721
    Farmacia Schiaffino – Corso Cavour, 333 – tel. 0187743256
    Farmacia Tapparo – Corso Cavour, 205 – tel. 0187 738314
    Farmacia Tarantola – Corso Cavour, 127 – tel. 0187 730322
    Farmacia Viotti – Via Genova, 96 – tel. 0187 704211
    Guardia medica – Via XXIV Maggio, 139 – tel. 0187 5331
    Guardia medica – Via Giosuè Carducci – tel: 0187 507727
  • Veterinari a La Spezia
    Studio Veterinario Andreoni – Piazza Concordia, 40 – tel. 0187 509549
    Studio Veterinario Argyriou Spyridon – Via Napoli, 93 – tel. 0187 713645 / 338 9314026
    Studio Veterinario Cucurullo – Via Elba, 14 – tel. 0187 503682 /0187 509682 /380 3908415
    Studio Veterinario Cucurullo – Via Vittorio Veneto, 334 – tel. 347 3448512
    Studio Veterinario Dall’Asta – Viale Italia, 131 – tel. 0187 731693
    Studio Veterinario Ferrari & Castello – Via Canaletto, 115 – tel. 320 1469418 / 0187 514300
    Studio Veterinario Finetti – Via Lunigiana, 602 – tel. 0187 501186
    Studio Veterinario Frunzo – Via Torino, 81 – tel. 0187 715325 / 338 5321020
    Studio Veterinario Livi – Via Giuliani Reginaldo Padre, 9 – tel. 0187 515588
    Studio Veterinario Mariotti – Via Repetti, 8 – tel. 339 2572908
    Studio Veterinario Peirone – Via Monfalcone, 272 – tel. 0187 711265
    Studio Veterinario Polleschi – Via Ventiquattro Maggio, 63 – tel. 0187 735220 / 333 7279782
    Studio Veterinario Spezino – Via Degli Stagnoni – tel. 0187 502120

Torna alla pagina: Cosa vedere in Liguria