Guida al Pantheon

L’ammirato tempio romano perfettamente conservato

ante caratteristiche che lo rendono unico il Pantheon: è il monumento meglio conservato dell’antichità, la sua cupola in muratura è più grande di tutta la storia dell’architettura, è stata l’opera dell’antichità più ammirata, copiata ed imitata.

Indice:
  1. Video Pantheon
  2. Il Pantheon


Guarda il video: Pantheon in HD


Il Pantheon

Il luogo dove è stato edificato il Pantheon non è dovuto al caso, ma la leggenda vuole che in questo posto trovò la morte Romolo, il fondatore di Roma, e che un’aquila lo afferrò e portò fra gli Dei in cielo.

Fatto costruire fra il 27 e il 25 a.C. dal console Agrippa, in seguito restaurato da Domiziano e ricostruito da Adriano nel 130 d.C. e giunto quindi ai nostri tempi quasi integro.
Anche se la riedificazione dell’imperatore Adriano fu molto diversa da quella originaria l’imperatore stesso volle che sulla facciata vi fosse inciso in latino la frase che tradotta significa: “Lo costruì Marco Agrippa, figlio di Lucio, console per la terza volta”.
Praticamente tutto quello si può ammirare risale all’impero Romano, compresa la cupola alta 43,4 metri e l’imponente porta di bronzo.

Il porticato è decorato da pregiati marmi e sostenuto da 16 colonne monolitiche di granito alte 14 metri. L’interno è a forma circolare con la spettacolare cupola a cassettoni, caratterizzata dall’apertura centrale (oculus) sulla sommità della cupola che crea un effetto luminoso unico mettendo in evidenza la grandezza e l’armonia del monumento.

Nelle cappelle ai bordi della circonferenza vi sono numerose opere d’arte, le tombe dei reali d’Italia e in particolare il sepolcro di Raffaello.


Torna alla pagina: Visitare Roma