Visitare Verona cosa vedere guida turistica

Cosa vedere a Verona: consigli informazioni idee per visitare Verona dove dormire.

Immergiti nell’atmosfera di Verona

Verona

Verona città natale del poeta Catullo, è capoluogo di provincia del Veneto, di origine romana regala splendidi scorci panoramici e preziose architetture

La città, adagiata in territorio pianeggiante, è attraversata dal fiume Adige ed i Monti Lessini svettano sullo sfondo.

I Romani edificarono a Verona, Municipio romano dal 49 a. C. , grandi opere destinate a sfidare i millenni: l’Anfiteatro, chiamato Arena fu costruito nel primo secolo d. C.; l’Arco dei Gavi nel primo secolo d. C. fu eretto in onore della famiglia Gavia; Porta Borsari risale alla prima metà del primo secolo d. C., il Ponte Pietra, primo secolo a. C., fu la prima opera monumentale costruita a Verona; il Teatro Romano ricavato sulle pendici del colle di S. Pietro risale alla fine del primo secolo a. C.
Porta Leoni di cui si vede solo la parte della facciata rivolta verso la città, le basi di due torri poligonali e altre fondamenta facenti parte della porta fortificata.
Nel terzo secolo d. C. i veronesi riedificarono le mura della città, le cosiddette “Mura di Gallieno”, per difendere Verona dai barbari.

Cosa visitare

Cosa vedere a Verona e dintorni

  • Uno dei vanti di Verona è nota per l’Arena, anfiteatro romano in cui vengono organizzate manifestazioni musicali e teatrali e per l’osteggiato amore tra Giulietta e Romeo.
  • Piazza delle Erbe, sulla quale svettano la Torre Comunale e la Torre dei Lamberti, che ospita la Domus Mercatorum e Palazzo Maffei
  • Tra i principali punti di interesse ti segnalo ; Piazza Dante sulla quale prospettano il Palazzo del Comune, il Palazzo dei Signori e il Palazzo dei Giudici.
  • Il Castello Scaligero in cui è allestito il Museo d’Arte antica e moderna; gli scavi dei Palazzi Scaligeri con l’interessante mosaico
  • la Basilica di San Zeno
  • il complesso monumentale delle Arche Scaligere e il Duomo.
  • La dominazione veneziana ha lasciato come testimonianza Palazzo Bevilacqua, il Palazzo della Gran Guardia, Palazzo Canossa e la Loggia di Fra’ Giocondo; porzioni della cinta muraria, le porte di accesso alla città ed i bastioni
  • i più romantici non potranno mancare una visita alla Casa di Giulietta e alla Casa di Romeo.

La Signoria Scaligera

A differenza della “mercantile” Piazza delle Erbe, la Piazza dei Signori diventò l’estensione del Palazzo del Principe, destinato a cerimonie e parate.
Accanto al Palazzo Comunale vennero costruiti il Palazzo del Capitano del Popolo ( precedente residenza di Alberto), il rosso Palazzo Cangrande, vicino al quale si trovano le gotiche Arche Scaligere del XIV sec. (anche sepolcrali) della dinastia e la Loggia del Consiglio (sec. XV), Castelvecchio, imponente dimora fortificata, fu edificata da Cangrande II nel XIV sec..

Piazza Erbee Foro Romano: il centro della vita scaligera

Piazza Erbe, già Foro romano, divenne sede di uffici Comunali e di Associazioni Mercantili.
Il Palazzo Comunale si erge fra Piazza Erbe e Piazza Dei Signori e racchiude il Cortile Mercato Vecchio, con la Scala della Ragione del XV sec, e la maestosa Torre dei Lamberti.
Al centro della Piazza si ammirano un baldacchino in marmo, detto il Capitello e la bella Fontana di Madonna Verona, fatta costruire da Cansignorio, in parte con reperti romani.

Le fortificazioni

Più Verona acquistava importanza, più necessitava dotarla di un sistema difensivo. Le mura seguivano la morfologia del terreno: talvolta avevano la cosiddetta struttura a “sacco”, talvolta erano costruite con blocchi di pietra e rafforzate da torri.
La costruzione delle mura Comunali fu realizzata tra il XII e il XIII sec.
Durante la dominazione veneziana Verona fu dotata di porte monumentali, fra cui Porta S. Zeno, Porta Palio e Porta Nuova (capolavori di Michele Sanmicheli) e Porta Vescovo.

Chiese e Monasteri lungo l'Adige

  • S. Zeno, monastero benedettino dell’Viii sec. ,conserva il chiostro, la torre e testimonianze ottoniane (le formelle bronzee delle porte) e rinascimentali (il trittico del Mantegna).
  • S. Bernardino, convento dei frati minori, è arricchito da chiostri rinascimentali.
  • S. Lorenzo é un esempio di chiesa comunale padana con torri frontali e matronei.
  • SS. Apostoli è la chiesa collegata al Sacello paleocristiano (V sec.) di S. Teuteria e S. Tosca.
  • Il complesso del Duomo è formato da una serie di basiliche; la paleocristiana del chiostro della Capitolare, i resti della basilica carolingia (VIII – IX sec.) detta Santa Maria Matricolare.
  • Sant’Elena e S. Giovanni in Fonte e l’attuale Duomo Maggiore (XII sec.) ricco di opere scultoree. architettoniche e pittoriche.
  • Santa Anastasia, basilica domenicana, custodisce capolavori frescali del Pisanello e di Altichiero, e l’acquasantiera detta dei “Gobbi”.
  • Santo Stefano, costruita su un corpo paleocristiano, conserva l’unico esempio nel veronese di doppio deambulacro, nella cripta e nel livello superiore.
  • S. Fermo, convento benedettino prima e francescano poi, sorse in memoria dei martiri Fermo e Rustico. É ricco di chiostri suggestivi ed ha una basilica edificata su due piani. Nella basilica superiore si ammira l’annunciazione del Pisanello.

L'Arena e gli spettacoli

Da oltre ottant’anni l’Arena di Verona ospita la stagione lirica più famosa e suggestiva del mondo e la Rassegna Internazionale dei Presepi.
Il Teatro Romano completa la stagione estiva con opere teatrali di Shakespeare, balletti ed il festival del Jazz. Altre manifestazioni teatrali vengono realizzate nei chiostri, nelle piazze ed in luoghi suggestivi di Verona.

Giulietta e Romeo

In Via Cappello si erge la casa dei Capuleti dove ancora esiste un cappello del tempo, scolpito nella pietra, emblema della famiglia e dove Romeo incontra la sua dolce Giulietta.
E’ un colpo di fulmine, il trionfo dell’amore. L’abitazione di Romeo non é molto lontana da quella dell’amata; essa si trova infatti vicino al luogo dove gli Scaligeri erigeranno le loro “Arche sepolcrali”.
La tomba é situata presso la Chiesa del Convento di S. Francesco al Corso, sede del Museo degli Affreschi.

Musei e Biblioteche

  • Il Museo di Castelvecchio è ospitato nel Castello Scaligero in Corso Castelvecchio, 2. E’ uno dei più importanti musei d’Italia.
  • Il Museo Archeologico si trova in Rigaste Redentore, 2 sopra il Teatro Romano e raccoglie interessanti oggetti d’arte antica.
  • Nel Museo Civico di Storia Naturale in L.ge Porta Vittoria, 9, si ammira, tra le altre, la collezione, unica al mondo, della florae della fauna fossile di Bolca.
  • Il Museo Lapidario, in Piazza Bra, 28, è il più antico del genere e conserva iscrizioni etrusche, greche, romane, cristiane, medievali.
  • Nel Museo del Risorgimento a Palazzo Forti, sono raccolti stampe, proclami, dipinti e oggetti a ricordo del periodo Storico che portò all’unità d’Italia.
  • La Biblioteca Capitolare, presso il Duomo, la più antica d’Europa, conserva codici greci e latini antichissimi.
  • La Biblioteca Civica é una delle più dotate d’Italia, conserva un planisfero di Giovanni Leandro anteriore alla scoperta dell’America.
  • La Tomba di Giulietta e Museo degli Affreschi è in Via del Pontiere, 35
  • L’ Anfiteatro Arena è in Piazza Bra
  • La Torre dei Lamberti è in Cortile Mercato Vecchio
  • Le Arche Scaligere sono in Via Arche Scaligere
  • La Casa di Giulietta è in Via cappello, 23
  • Il Museo Africano è a San Giovanni in Valle, vicolo Pozzo, 1
  • Il Giardino Giusti è in Via Giardino Giusti, 2
  • La Fondazione Museo Miniscalchi-Erizzo è in Via S. Mamaso, 2/a
  • La Galleria d’Arte Moderna Palazzo Forti è in Corso S. Anastasia

Gastronomia

La cucina veronese é nota per i suoi tipici piatti, legati alla storia ed alla tradizione della città, quali gli Gnocchi (Papà del Gnoco), la Pastissada de Caval, il Bollito con la Pearà, il Pandoro e poi i Risotti di Isola, gli Asparagi di Arcole, i Tortellini di Valeggio.
Famosissimi e apprezzati in tutto il mondo i vini Valpolicella, Amarone, Recioto, Soave, Bardolino, Custoza e Valdadige.

Folklore e Sport

Molte sono le manifestazioni folkloristiche, tra le quali il “bacanal del gnoco” a Carnevale e il Palio del Drappo Verde in Primavera.
Verona offre la possibilità di praticare ogni sport, compreso il “rafting”, la navigazione fluviale, l’equitazione, il golf, lo sci in Lessinia.

Utilità

Maggiori informazioni, eventi, curiosità e guide nel sito del Comune di Verona.

Dove dormire a Verona



Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere a Castelnuovo del Garda (19,4 km)
Cosa vedere a Peschiera del Garda (25,4 km)
Cosa vedere a Lazise (25,7 km)
Cosa vedere al Lago di Garda
Cosa vedere in Veneto