Visitare Aosta cosa vedere guida turistica

Cosa vedere a Aosta: consigli informazioni idee per visitare Aosta dove dormire.

Immergiti nell’atmosfera di Aosta

Aosta è frequentata località di villeggiatura estiva ed invernale per le sue bellezze artistiche e storiche con un’ottima ricettività alberghiera che ti permetterà di trascorre una splendida vacanza

Aosta è il capoluogo della regione autonoma della Valle d’Aosta.

Aosta (34 813 abitanti), capoluogo della regione a statuto speciale della Valle d’Aosta, è situata in un’ampia conca alpina attorniata dalle cime del monte Emilius (3559 m), della Becca di Viou (2856 m) e della Becca di Nona (3142 m).

La città si distende nella zona più fertile e ricca della valle della Dora Baltea, nel punto di confluenza con il Buthier, proveniente dalla Valpelline.
Essa, inoltre, è un importante punto di snodo del traffico commerciale internazionale grazie alla sua posizione centrale rispetto alle principali direttrici che, attraverso i valichi del monte Bianco, del Piccolo e del Gran San Bernardo, collegano l’italia alla Francia e alla Svizzera.

Un po’ di storia:

Sede già nel 2900 a.C. di uno stanziamento megalitico, fu il centro militare della popolazione dei Salassi.

Alla sconfitta di questi ultimi da parte delle truppe romane durante l’impero di Augusto, la città divenne un insediamento militare che prese il nome di Augusta Praetoria (25 a.C.) e crebbe rapidamente sia d’importanza che di floridezza.
Chiamata ‘Roma delle Alpi’, subì in seguito numerose invasioni da parte dei Burgundi, degli Ostrogoti, dei Bizantini, dei Franchi.

Da qui i Romani controllavano il transito attraverso i passi del Piccolo e del Gran Sanbernardo che collegano la regione rispettivamente con la Francia e con la Svizzera.

Nel X sec. appartenne al re di Borgogna, che nel 1025 la cedette a Umberto Biancamano.

Cosa visitare a Aosta e dintorni

  • Della dominazione romana sono visibili ad Aosta la Porta Praetoria, il Teatro e l’Anfiteatro, le mura ed alcune torri, il ponte sul fiume Buthier ed una villa patrizia, il Criptoportico forense e l’Arco di Augusto.
  • Durante il medioevo fu una delle tappe lungo la Via Francigena ed in questo periodo sono state edificate la Collegiata di S. Orso, il Castello di Bramafan, alcune torri e la Cattedrale nella quale sono esposte preziose opere di arte sacra.
  • Interessanti da visitare anche il Museo Archeologico regionale; la seicentesca Cappella della Santa Croce; Piazza Chanoux su cui affacciano il neoclassico Palazzo del Municipio, il settecentesco Hôtel des Etats che ospita l’assessorato al turismo ed è abbellita da una pavimentazione a mosaico.

Come arrivare ad Aosta

Aosta e la sua Valle sono facilmente raggiungibili per autostrada da Milano (180 km), da Torino (110 km) e da Genova (230 km), oltre che per strada statale e per ferrovia.

I trafori autostradali del monte Bianco e del Gran San Bernardo assicurano inoltre tutto l’anno un agevole collegamento con la Francia e con la Svizzera.
A questo si aggiungono in estate i due bellissimi percorsi stradali che superano gli storici colli del Piccolo e del Gran San Bernardo, famosi già nell’antichità.
Va infine ricordato l’aeroporto regionale “Corrado Gex”, presso Aosta, dove opera Air Vallée, che assicura collegamenti regolari con Roma e Parigi e voli charter stagionali con Palermo e Olbia.

Ulteriori informazioni, eventi, news, guide nel sito del Comune di Aosta.

Dove dormire ad Aosta

Alberghi 3 stelle:



Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere nei dintorni di Aosta
Cosa vedere a Sarre (5,1 km)
Cosa vedere a Aymavilles (8,5 km)
Cosa vedere a Pila (17,8 km)
Cosa vedere a Chatillon (25,9 km)
Cosa vedere a La Salle (26,4 km)
Cosa vedere a Saint Vincent (28,1 km)
Cosa vedere in Valle d’Aosta