Visitare il Parco fluviale del Nera cosa vedere guida turistica

Cosa vedere al Parco fluviale del Nera: consigli informazioni idee per visitare il Parco fluviale del Nera.

Immergiti nell’atmosfera del Parco fluviale del Nera

Parco fluviale del Nera

Il Parco fluviale comprende il tratto medio-inferiore del corso del Nera, dal confine con la Provincia di Perugia, alla confluenza con il Velino, alla Cascata delle Marmore.

Il parco abbraccia circa 18 km di fiume. Il corso fluviale è stato modificato dallo sfruttamento idroelettrico che conduce parte delle risorse idriche direttamente al Lago di Piediluco e sicuramente influiscono sulla portata del Nera i prelievi per uso idropotabile effettuati alle sorgenti del Monte Sant’Angelo, ma la bassa Valnerina conserva ancora gran parte della sua bellezza paesaggistica.

I monti, le gole e le forre perpendicolari alla valle sono di grande fascino, ma la particolarità del parco è data proprio dalla sua idrografia: il corso del Nera con i suoi affluenti e la cascata delle Marmore caratterizzano infatti tutta l’area come il parco delle Acque.

La Cascata delle Marmore, la più grande in Italia per portata d’acqua, è formata dal fiume Velino che precipita nel sottostante letto del Nera: attualmente lo spettacolo del salto d’acqua si può godere solo la domenica e durante i giorni festivi, quando vengono aperte le chiuse.
I monti che circondano la valle si distinguono per la loro altezza, per le faggete e i pascoli su cui fioriscono la viola, la genziana, il giglio, l’asfodelo.

La fauna è particolarmente ricca e comprende, fra gli uccelli, il rondone, il codirossone, il falco pellegrino, il lanario, la gallinella d’acqua, la ballerinagialla, il martin pescatore e il raro merlo acquatico.
Tra i mammiferi spicca la presenza dell’istrice, del cinghiale e del gatto selvatico.

La vegetazione è costituita da salici, pioppi e ontani neri.
Il fiume ospita la trota e i suoi affluenti il gambero.

Utilità



Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere in Umbria