Visitare Orvieto cosa vedere guida turistica

Cosa vedere a Orvieto: consigli informazioni idee per visitare Orvieto dove dormire.

Immergiti nell’atmosfera di Orvieto

Orvieto

Orvieto è arroccata su una rupe dalla quale domina la Valle del Tevere, in provincia di Terni è una frequenta meta turistica dell’Umbria

Cosa visitare

Cosa vedere a Orvieto e dintorni

  • Orvieto è ricchissima di spunti di interesse artistico e culturale, ma è nota soprattutto per il Pozzo di San Patrizio e per il Duomo
  • Le origini etrusche della città sono testimoniate da reperti archeologici, dal Tempio del Belvedere e da necropoli come quella del Crocefisso del Tufo e della Cannicella.
  • Di rilevanza il complesso dei Palazzi Vescovili (Palazzo Papale, Palazzo Faina e Palazzo Soliano, oggi sedi museali), il Palazzo Comunale, il Palazzo del Capitano del Popolo, l’imponente Rocca Albornoz e la Chiesa di Sant’Andrea con a fianco la Torre Campanaria, il Palazzo dei Sette e la Torre del Moro.
  • Una menzione particolare meritano il Pozzo di San Patrizio, progettato da Antonio da Sangallo il Giovane è caratterizzato dalle due rampe elicoidali sovrapposte utilizzate una per la discesa e l’altra per la risalita dalla fonte del pozzo in modo da non creare intralci, e il Duomo felice commistione di stile gotico e romanico, con le splendide decorazioni a mosaico e il rosone sulla facciata e le opere pittoriche che adornano l’interno realizzate da artisti come Benozzo Gozzoli, Beato Angelico e Luca Signorelli.
  • Dalla parte meridionale Orvieto è fronteggiata da un colle su cui sorge l’Abbazia dei Santi Severo e Martirio, splendido e antichissimo complesso benedettino dominato da una torre campanaria dodecagonale.

Utilità

Ulteriori informazioni, notizie, eventi e guide nel sito del Comune di Orvieto.

Dove dormire a Orvieto

Hotel 4 stelle

HOTEL AQUILA BIANCA albergo 4 stelle


Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere a Bolsena (22,3 km)
Cosa vedere a Todi (40,0 km)
Cosa vedere a Città della Pieve (45,4 km)
Cosa vedere in Umbria