Visitare Foligno cosa vedere guida turistica

Cosa vedere a Foligno: consigli informazioni idee per visitare Foligno dove dormire.

Indice:
  1. Video
  2. Storia
  3. Musei
  4. Da visitare a Foligno
  5. Foligno: tradizioni e curiosità
  6. Piazza della Repubblica: il cuore di Foligno
  7. Dove dormire
  8. Ristoranti
  9. Come arrivare a Foligno
  10. Sport a Foligno
  11. Eventi


Guarda il video: Foligno – Umbria che passione


La storia di Foligno

La storia di Foligno affonda le sue radici nella protostoria

la città fu infatti fondata intorno al decimo secolo a.C. dagli ‘Umbri Fulginates’. Con la costruzione della Via Flaminia divenne colonia romana e rimase sotto l’egida delle varie fasi dell’Impero Romano fino all’arrivo dei Goti alla fine del 400.

Nella dominazione della città in seguito si succedettero altre tribù germaniche fino all’annessione allo Stato Pontificio in epoca medievale.

Per tutto il 1300 e parte del ‘400, sotto la signoria dei Trinci la città visse un periodo di prosperità e di notevole sviluppo economico legato all’avvio della lavorazione di carta, filati, legno, ceramica e metalli tra i quali anche argento e oro.
La cacciata di Corrado Trinci per incarico di Papa Eugenio IV nel 1439 riportò Foligno sotto il dominio dello Stato Pontificio fino alla sua incorporazione nel Regno d’Italia.

Nel corso della prima guerra mondiale l’aeroporto di Foligno ospitava le attività di un distaccamento del ‘Battaglione Squadriglie Aviatori, Sezione Difesa’ e il settore bellico durante la seconda guerra mondiale diede un ulteriore impulso alla città con la nascita di scuole militari, caserme e industrie, prevalentemente a supporto dell’aeronautica.
I numerosi bombardamenti angloamericani di cui fu oggetto la città in quel periodo le valsero una medaglia d’argento al valore civile, ma lasciarono ampie cicatrici nel tessuto urbano non meno che i disastrosi terremoti che la colpirono nel corso dei secoli.

Il sisma più recente risale alla fine del secolo scorso: il 14 ottobre 1997, alle ore 17 e 24 minuti, durante una diretta televisiva tutta l’Italia poté assistere al crollo della torre del Palazzo Comunale proprio mentre i vigili del fuoco stavano effettuando un sopralluogo per mettere la zona in sicurezza.

Musei Foligno

Tutti i musei di Foligno con informazioni, orario e telefono

Nel centro storico di Foligno, ospitati da Palazzo Trinci (in piazza della Repubblica), sono sistemati la Pinacoteca, il Museo Archeologico, il Museo dell’Istituzione Comunale, il Museo Multimediale delle Giostre e Tornei, tutti visitabili con il biglietto d’ingresso al Palazzo.
Sempre in piazza della Repubblica, aperto al pubblico ad aprile 2012, il nuovo Museo della Stampa, per celebrare la tradizione tipografica di Foligno che ha prodotto la prima edizione a stampa della Divina Commedia.
Nella frazione collinare di Colfiorito, oltre al Museo Archeologico di Colfiorito, si trova anche il Museo Naturalistico.
I musei sopra descritti sono condotti dall’Ufficio Musei del Comune di Foligno:
Ufficio Musei
Sede: Palazzo Trinci
Orario: dalle 10 alle 13 e dalle 15 –alle 19 (tutti i giorni eccetto i lunedì non festivi, il 25 dicembre ed il 1° gennaio)
Telefono: 0742-330584.

Nel centro storico sono presenti anche altre due strutture museali: il Centro Italiano Arte Contemporanea, che apre i battenti solo in occasione di mostre o altre iniziative, ed il Museo Capitolare Diocesano, posto vicino alla Cattedrale di San Feliciano.
Dal 9 aprile 2011, il il Centro Italiano Arte Contemporanea ha inaugurato un secondo polo museale, ospitato nella ex chiesa dell’Annunziata, dove si trova la gigantesca scultura “Calamita Cosmica” di Gino De Dominicis.

  • Museo Capitolare Diocesano: Ingresso: Largo Carducci (piazza della Repubblica) e all’interno della Cattedrale di San Feliciano (navata maggiore) – Orario: aperto il venerdì dalle 15.30 alle 18.30, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30 – Visite fuori orario: le visite si possono effettuare anche in altri giorni su prenotazione. – Informazioni: Museo, Tel: 0742 261417.
  • Palazzo Trinci: Piazza della Repubblica
    Orario apertura: dal martedì alla domenica, ore 10 – 13 e 15 – 19 – Chiusura: tutti i lunedì non festivi, il 25 dicembre ed il 1° gennaio – Informazioni e prenotazioni visite guidate: Tel: 0742-357989.
  • Pinacoteca civica: Piazza della Repubblica
    Orario apertura: dal martedì alla domenica ore 10 – 13 e 15 – 19 – Chiusura: tutti i lunedì non festivi, il 25 dicembre ed il 1° gennaio – Informazioni e prenotazioni visite guidate: Tel: 0742 330584.
  • Museo archeologico
    Al Museo si accede direttamente dalla biglietteria del Palazzo Trinci
  • Museo Multimediale dei Tornei, delle Giostre e dei Giochi: Palazzo Trinci, piazza della Repubblica – 06034 Foligno (PG)
    Tel: 0742 330584 – 330596 – Orario apertura: dal martedì alla domenica, ore 10-13 e 15-19 – Chiusura: lunedì non festivi; 25 dicembre; 1 gennaio
  • Museo dell’Istituzione Comunale: Palazzo Trinci
    Orari di apertura: dal martedì alla domenica, ore 10 – 13 e 15 – 19 – Chiusura: tutti i lunedì non festivi, il 25 dicembre, il 1° gennaio – Informazioni: Palazzo Trinci, Tel:0742-330580.
  • Museo della Stampa: Palazzo Orfini, piazza della Repubblica, ingresso in via Pertichetti
    Orario apertura: sabato e domenica, ore 10-13 e 16-19 – Informazioni:Tel: 0742 330584.
  • Museo Archeologico Colfiorito (MAC): Colfiorito (fraz. di Foligno), via Plestia
    Orari apertura: venerdi 16-19; sabato e domenica 10-13 /16-19 – Informazioni e prenotazioni visite guidate: Tel: 0742- 681198.
  • Museo naturalistico del Parco di Colfiorito: Colfiorito, via Adriatica
    Orario apertura: dal lunedì al venerdì, ore 9,00-13,00; il lunedì ed il martedì anche dalle 15,00 alle ore 17,00 – Ingresso: gratuito – Tel: 0742 681008.
  • CIAC Centro Italiano Arte Contemporanea: via del Campanile, 13 – Foligno – Tel: 0742 357035.
    Il Centro Italiano Arte Contemporanea apre soltanto in occasione di mostre od altre iniziative con orario 10-13 e 15-19

Da visitare a Foligno

Piazza Garibaldi: Il centro della piazza è contrassegnato dalla statua di Giuseppe Garibaldi, opera in bronzo dello scultore Ottaviano Ottaviani. Sulla piazza prospettano Palazzo Frenfanelli-Cybo-Sorbi, sette-ottocentesco, la Chiesa di Sant’Agostino e la Chiesa del Santissimo Salvatore. La Chiesa di Sant’Agostino, di prima edificazione duecentesca e rimaneggiata nel diciottesimo secolo, conserva un campanile di struttura gotica.
Il secondo edificio sacro, con facciata e campanile trecenteschi e ristrutturato all’interno dal Vanvitelli, conserva un crocifisso ligneo del quattordicesimo secolo, interessanti affreschi ed una tela, opera del pittore Luca Mancini, raffigurante la Pietà.

Oratorio della Nunziatella: L’edificio in stile rinascimentale risale alla fine del ‘400 ed è ubicato in Largo Carducci.
Gli spazi interni suddivisi da pilastri e cornici marmoree di pregevole fattura.
L’opera pittorica di maggior risalto è il Battesimo di Gesù affrescato nella cappella votiva dal Perugino.

Chiesa Santa Maria di Betlem: Edificio seicentesco che sintetizza elementi in stile tardo barocco e rococò situato nei pressi di Porta San Feliciano. Sull’altare maggiore campeggia la pala realizzata da Francesco Trevisani che rappresenta la Comunione degli Apostoli. La chiesa è sede di piccoli eventi espositivi e concerti da camera.
Attualmente è chiusa al pubblico, per visitarla contattare il numero 0742 330580 .

Abbazia di Sassovivo: Immerso in uno stupendo contesto naturale il vasto complesso fu fondato nella seconda metà dell’undicesimo secolo.
Al suo interno si trovano interessanti scorci architettonici, testimonianze storiche e artistiche di pregio, frammenti di affreschi quattrocenteschi e un Chiostro romanico.
All’esterno un sentiero si dipana tra i boschi di leccio, ginepro, pino d’Aleppo e olivi secolari.
Sono permesse visite guidate su prenotazione da richiedere al numero 199.151.123 dal lunedì al venerdì in orario 9.00/17.00 tranne i giorni festivi.

Auditorium Chiesa San Domenico: La Chiesa di San Domenico e l’annesso convento, ubicati nell’omonima piazza, sono tra le architetture di maggior rilievo della città.
Attualmente trasformata in auditorium è visitabile gratuitamente su prenotazione al numero 0742 344563.
E’ possibile consultare il calendario degli eventi sul sito www.auditoriumfoligno.it

Piazza San Domenico ospita anche la Chiesa di Santa Maria Infra Portas, il monumento più antico di Foligno.
L’edificio è preceduto da un piccolo portico sorretto da colonne con capitelli risalenti al XI e XII secolo; la sovrastante facciata a fasce bianche e rosa invece è ottocentesca.
All’interno presenta una singolare decorazione ad arazzo orientale, un tabernacolo del primo Cinquecento di indubbia influenza lombarda, una statua lignea di fine dodicesimo secolo rappresentante la Madonna e affreschi del quindicesimo e sedicesimo secolo di scuola umbra.

Inoltre, raggiungibili in breve tempo nella Valle Umbra, che offre uno splendido ambiente naturale con aree protette dove si possono effettuare escursioni e passeggiate:

Parco regionale del Monte Subasio: E’ l’elogio dei piccoli borghi e dei sentieri del silenzio, un paesaggio idilliaco che nasconde la sacralità e il misticismo di abbazie, chiese ed elementi di spiritualità caratterizzati da San Francesco e dalle presenza del suo ordine monastico.
Il personale del parco è disponibile dal lunedì al giovedì 8/14 e 15/18, il venerdì 8/14, sabato 8/13. Tel. 075 815181.

Parco regionale di Colfiorito: Con una superficie di 338 ettari su un altopiano, è il parco più piccolo della regione; al centro è situata la palude che per la preziosità del suo ecosistema è stata dichiarata area protetta dalla convenzione di Ramsar nel 1976.
La torbiera, un eccellente esempio di zona umida, raccoglie rare specie vegetali e costituisce un ottimo habitat per anfibi, gasteropodi ed avifauna.
Il parco comprende siti archeologici e il grande sistema dei castellieri, antichi insediamenti pre-romani.
Presso la sede del Parco sono esposte collezioni entomologiche ed ornitologiche, un diorama della Palude e vi si può consultare il materiale informativo relativo all’area e agli eventi organizzati nel comprensorio turistico. Il personale del Parco è a disposizione per visite guidate inoltre fornisce informazioni e attrezzature per escursioni e attività di osservazione.
La sede è aperta con il seguente orario: mart./ven. 9/13 – da metà giugno ai primi di settembre: sabato e festivi 10/13 e 15/18. Nel periodo di svolgimento della Sagra della Patata Rossa la sede sarà aperta tutti i giorni mattina e pomeriggio.
Sede del Parco di Colfiorito: Via Adriatica (ex Casermette) – Colfiorito – tel. 0742 681011.

e ancora…
Trevi: Museo della Civiltà dell’Ulivo
Bevagna: Mercato delle Gaite – rievocazione storica e palio dei quartieri
Spello: Infiorata del Corpus Domini
Narni: Rocca Albornoziana e Cascata delle Marmore
Montefalco: Chiesa Museo di San Francesco:
Scheggino: Activo Park – natura e avventura outdoor
Monte Cucco: sistema di grotte carsiche.

Foligno: tradizioni e curiosità

  • Giostra della Quintana
    E’ un torneo cavalleresco che prevede due appuntamenti: la Giostra della Sfida, che si svolge in notturna nel mese di giugno, e la Giostra della Rivincita, edizione diurna nel mese di settembre. La gara vede i cavalieri e le rispettive cavalcature, in rappresentanza dei 10 rioni della città, affrontarsi lancia in resta nel Campo de li Giochi, dove dovranno centrare alcuni anelli con la lancia.
    Corollario scenico-spettacolare degli appuntamenti sono i Cortei a cui partecipano personaggi abbigliati con sontuosi vestiti di foggia ispanica del periodo storico compreso tra il 1580 e il 1620.

  • Foligno Centro del Mondo
    Anticamente il centro del Mar Mediterraneo era considerato il centro del mondo. Come in una sorta di scatole cinesi la nostra penisola è al centro del Mediterraneo e a sua volta Foligno è al centro della nostra penisola, il che presuppone che la città rappresenti il centro del mondo.
    Un tempo il punto centrale coincideva con il punto centrale di un tavolo da biliardo all’interno del ‘Caffè Sassovivo’, oggi quel punto è segnato da un cristallo incassato nella pavimentazione di una banca che ha preso il posto della storica caffetteria.

  • La Madonna del Pianto
    La devozione dei folignati nei confronti della Madonna del Pianto, rappresentata da una statua lignea risalente al XVII secolo conservata nella Chiesa di Sant’Agostino, inizia verso la metà del 1600 e viene celebrata la domenica che precede il 17 gennaio.
    Nel 1703, durante la festa della Madonna del Pianto, la città scampò a un terremoto apocalittico che colpì il centro Italia distruggendo numerose città; da allora quando qualche calamità minava la sicurezza della città la sacra immagine, che ancora oggi viene conservata in una nicchia nascosta agli occhi del pubblico, veniva esposta al culto per scongiurare il pericolo-

  • Cuccugnai
    Con questo appellativo, che in dialetto significa civette, venivano chiamati gli abitanti di Foligno da quelli dei paesi vicini e secondo tradizione ci sono diverse versioni che ne spiegano l’origine.
    Una delle leggente narra di una civetta che, posata sul campanile della Cattedrale di San Feliciano, fu scambiata per lo Spirito Santo mentre un’altra lo attribuisce all’abilità dimostrata dai folignati nell’impiego di questo rapace per la predazione di altri volatili.
    Un’altra ancora attribuisce l’accostamento alle monete d’oro coniate a Foligno e che, nuove di conio, venivano chiamate ‘occhi di civetta’.
    Secondo l’ultima versione invece l’appellativo deriverebbe dalla struttura che nel giorno della Pentecoste veniva calata dal campanile del Duomo, simboleggiando la discesa dello Spirito Santo, così poco somigliante alla tradizionale colomba da essere indicata con il dispregiativo “lu cuccugnau”.

  • Il primo libro in lingua italiana fu stampato in città i primi di aprile del 1472, era la ‘Comedia di Dante Alighieri da Firenze’.

  • In tempi antichi la città è stata la fornitrice ufficiale di canapa dello Stato Pontificio; la fibra, proveniente per la gran parte dalle coltivazioni che si estendevano nella periferia meridionale, veniva utilizzata nella realizzazione di corde per campane.

Piazza della Repubblica: il cuore di Foligno

È il cuore della città antica ed è nota per essere il luogo in cui San Francesco rinunciò ai beni terreni. E’ un grande rettangolo, con strade che vi confluiscono ai quattro angoli, il cui aspetto attuale prese forma intorno al XIII secolo quando vennero costruiti alcuni palazzi storici. Passeggiando nella piazza si possono vedere:

  • Il Duomo
    Sulla piazza prospetta la facciata minore e più antica, della basilica cattedrale dedicata a San Feliciano.
    La prima edificazione risale alla prima metà del 1100, tra il sedicesimo e il diciassettesimo secolo vennero effettuati numerosi restauri e ampliamenti. Al cinquecento appartengono l’elegante cupola realizzata dall’architetto e scultore Giuliano di Baccio d’Agnolo e la cappella del Sacramento, opera di Antonio da Sangallo il Giovane e affrescata da Vespasiano Strada e Baldassare Croce.

  • Il Palazzo dei Canonici
    Incastonato tra la navata e il transetto del Duomo è documentato dall’undicesimo secolo, ma deve il suo aspetto odierno ai rimaneggiamenti del XVI e XVIII e alla ristrutturazione avvenuta nella prima ventina del secolo scorso. Ospita il Museo Capitolare Diocesano le cui opere coprono un arco temporale che va dal XV al XVIII secolo e comprende una sezione di archeologia cristiana.

  • Il Palazzetto del Podestà
    Eretto di fronte al Duomo nel 1200 fu sede del Comune ed in seguito venne ceduto alla famiglia Orfini. Il palazzo presenta un portale del 1515 e porzioni di affreschi del tardo quattrocento nella parte inferiore. Tra il palazzo del Podestà e il Duomo, protetto da un vetro, si può vedere il medievale ‘Pozzo dei Miracoli’.

  • Il Palazzo dei Priori e il Palazzo del Capitano del Popolo
    Coevi del Palazzo del Podestà nel ‘500 subirono una radicale trasformazione saldandosi per costituire l’attuale palazzo Comunale.

  • Palazzo Trinci
    La nobile casata dei Trinci fu particolarmente importante per la vita di Foligno; sotto la loro signoria, durata dal 1305 al 1439, la città fu impreziosita da prestigiose opere architettoniche, accrebbe i suoi domini ed espanse le sue aree di influenza.
    Palazzo Trinci è la più celebre tra le dimore storiche della città e sorge sul lato nord della piazza. E’ dotato di un ambiente, chiamato Ponte Sospeso, che raccorda il palazzo con gli altri adiacenti edificati precedentemente e in alcune stanze sono visibili parti di affreschi, riconducibili a Gentile da Fabriano, realizzati all’inizio del quindicesimo secolo.
    Il palazzo oggi ospita il Museo della Città, il Museo dell’Istituzione Comunale, il Museo Archeologico, la Pinacoteca e il Museo Multimediale dei Tornei, delle Giostre e dei Giochi.

Hotel Foligno

Dove dormire a Foligno

Hotel 3 stelle

HOTEL BENESSERE VILLA FIORITA albergo 3 stelle

Ristoranti Foligno

Tutti i ristoranti di Foligno, dai più economici ai più raffinati

AL FONTANILE – Via Adriatica 178 – tel. 0742 681556
AL GRIFO – Piazza San Domenico 20 – tel. 0742 352192
BAB NUR CUCINA ETNICA MEDITERRANEA – Via del Campo 5 – tel. 0742 342513
CAFFE’ ORFINI RISTORANTE LETTERARIO – Parco Orti Giusti Orfini – tel. 0742 342202
CECAMORE MARIAGRAZIA Pizzeria – Piazza del Grano 21 – tel. 0742 354944
DA REMO – Via Filzi 10 – tel. 0742 340522
GAJA SELF SERVICE – Viale Chiavellati 9 – tel. 0742 357395
GRANDE MONDO – Via 20 Settembre 85 – tel. 0742 355504
HOSTARIA SPARAFUCILE – Largo Carducci 30 – tel. 0742 342602
HOSTERIA DEL TAMISO – viale Roma – tel. 0742 391469
IL BACCO FELICE ENOTECA – Via Garibaldi 73 – tel. 0742 341019
IL CAVALIERE – Via 20 Settembre 39 – tel. 0742 350608
IL NIDO DELL’AQUILA – Viale Mezzetti 13 – tel. 0742 354096
LA BOTTEGA DI BARBANERA – Piazza della Repubblica 34 – tel. 0742 350672
LA GORGIERA – Via Berchet 2 – tel. 0742 677265
LA SPAGNOLA – Via Rinaldi 14 – tel. 0742 351281
LA TARTUGA – Via Corso Nuovo 19 – tel. 0742 350926
LA ZUCCA GIALLA – Via Vinelli 4 – tel. 0742 691202
LE MURA – Via Mentana 25 – tel. 0742 354648
MARECHIARO – Via Piermarini 58 – tel. 0742.340551
MAROTTI GIANNI Pizzeria – Via del Gonfalone13 – tel. 0742 350362
PALLADIO – Viale Mezzetti 10 – tel. 3407277609
PECCATI DI GOLA Pizzeria – Via Monte Soratte 45 – tel. 0742 320117
PIZZERIA C.A.V. – Via C. Agostini 23 – tel. 0742 357122
RISTORANTE DEI FRANCESCHI – Via dei Franceschi 22 – tel. 0742 357016
RISTORANTE FULGINIUM – Viale Cesare Battisti 42 – tel. 0742 333465
RISTORANTE LA BRACE – Via Col di Lana 3 – tel. 0742 357585
SHANGHAI – Viale Cesare Battisti 20E – tel. 0742 357755
VESUVIO – Via Monte Acuto 19 – tel. 0742 321250
VISCIOTTI SANDRO Pizzeria – Corso Cavour 52 – tel. 0742 355831
VIZI E SFIZI Pizzeria – Via Oslavia 19/A – tel. 0742 351409

Come arrivare a Foligno

Foligno è interessata e dalle linee ferroviarie Roma-Ancona, Firenze-Roma, Ancona-Foligno e da diversi assi viari.
Autostrada del Sole A1 Firenze-Roma: uscita Valdichiana per chi proviene da nord, per chi arriva da sud uscita Orte e proseguire lungo la SS 3 Flaminia.
Autostrada Adriatica A14: uscire a Civitanova Marche e proseguire sulla la SS 77 Val di Chienti.
Superstrada E45 Cesena-Orte: si percorre fino all’intersezione con la SS 75 Centrale Umbra.
Il territorio circostante è prevalentemente montano mentre la città è uno dei pochi centri storici umbri sorto in pianura.

Sport a Foligno

Attrezzature sportive a Foligno, attività e manifestazioni

POLO SPORTIVO
Palasport Giuseppe Paternesi
Stadio Comunale Enzo Blasone
Pista di Atletica Leggera Cesare Bini
Piazzale Nazzareno Gubbini – Loc. S. Pietro – tel. 0742 770030
Il moderno palazzetto dello sport dispone di palestre, spazi e attrezzature per lo svolgimento di diverse discipline. Ospita i Campionati Nazionali di Danza Sportiva e altre manifestazioni a livello locale come il torneo di Minivolley, la Prova Gran Prix Kinder e Under 14 a squadre di Fioretto
Lo stadio è il campo ufficiale del Foligno calcio ed ospita l’impianto per l’atletica leggera; oltre alle Final Eight di Coppa Italia vi si svolgono tutte le manifestazioni sportive e ricreative più importanti.
Piscina Coperta Carlo Marano
Piscina Scoperta Aleandro Cantoni – mt. 25 x 12,5 prof. max mt. 1,90
Via Monte Cucco – tel. 0742 22966
Nella piscina coperta si svolgono attività natatorie classiche, acquababy, corsi di nuoto per ogni età, acquagym anche per la terza età e le gestanti.
La piscina all’aperto dispone di una vasca per bambini, spazio verde atrezzato per l’abbronzatura e il relax, servizio bar. La piscina è aperta dal 1 giugno al 31 agosto tutti i giorni dalle 10 alle 19

Impianto Comunale Tennis Alberto Cipolloni
Via N.Sauro – Telefono: 0742.352088
Vi si svolgono diversi appuntamenti del panorama tennistico internazionale: dal torneo per le giovani promesse al Torneo maschile ‘Italy 4’, entrambi inseriti nel circuito della International Tennis Federation, dal torneo Open maschile e femminile inserito nel circuito della Federazione Italiana Tennis, al Torneo Open maschile, tappa del circuito Umbria Tennis.

Impianto Comunale Calcetto Maurizio Santopaolo
Via Marconi – Telefono: 0742.344849

Impianto Comunale Ciclodromo Giuseppe Casini
Via Monte Prefoglio loc. Corvia Telefono: 333.3789045

FIE Valle Umbra Trekking Escursionismo, Educazione Ambientale
Via Trinità, 1 – 06030 Pale di Foligno (PG) – tel. 328 0684616 – www.fievalleumbratrekking.it
Organizza camminate ed escursioni lungo i sentieri della Valle Umbra, ciaspolate, nordik wlaking e laboratori per avvicinare alla natura bambini e ragazzi.

PARCO DEI CANAPÈ
Ubicato tra Porta Romana e Porta Todi, è il polmone verde della città. All’interno del giardino pubblico si trovano una pista ciclabile, un’area giochi per i bambini, una pista di pattinaggio a rotelle, un bar estivo all’aperto, giostre e trenini.

Eventi a Foligno

I principali eventi ricorrenti che si svolgono a Foligno:

  • CAPODANNO: animazione in strade e piazze, spettacolo pirotecnico.
  • BALLET: rassegna regionale di balletto a Marzo.
  • GIORNATE DANTESCHE: convegni, letture ed eventi della  prima edizione a stampa della Divina Commedia ad Aprile.
  • LA SCRITTURA E L’IMMAGINE: Biennale del libro d’artista contemporaneo a fine  Aprile primi di Maggio.
  • LA NOTTE ROSA: musica, spettacoli, luci e iniziative dedicate alle donne nel mese di Maggio.
  • FESTIVAL YOUNG JAZZ: il jazz di nuova generazione e i giovani talenti del jazz per cinque giorni fino all’ultima domenica di Maggio.
  • LA GIOSTRA DELLA QUINTANA SFIDA: corteo storico e giochi cavallereschi a Giugno.
  • DANCITY FESTIVAL: due giorni di musica elettronica e arti digitali tra fine Giugno e inizio Luglio.
  • CANTI E DISCANTI Umbria World Fest: diverse forme di espressione artistica esprimono varie culture dal mondo nella seconda metà di Luglio.
  • FESTIVAL DEI SEGNI BAROCCHI: musica, teatro, cinema, mostre alla ricerca dei ‘segni’ del barocco in ogni tempo e luogo a fine Agosto primi di Settembre.
  • LA GIOSTRA DELLA QUINTANA RIVINCITA: corteo storico e giochi cavallereschi a Settembre.
  • I PRIMI D’ITALIA: mostre, convegni, spettacoli e degustazioni al festival della pasta e dei primi piatti a fine Settembre primi di Ottobre.
  • MIELINUMBRIA: esposizione, degustazioni ed eventi legati al miele ed ai prodotti dell’apicoltura a Novembre.
  • NATALE: mercatini, giochi e feste in piazza a Dicembre.

Inoltre:

  • Il 4 gennaio si celebra lla Beata Angela da Foligno con incontri, letture e convegni.
  • Il 24 gennaio si festeggia San Feliciano. Ogni anno la città organizza una processione capeggiata dalla statua in argento che rappresenta il Santo, solitamente conservata nella cattedrale, e una grande fiera paesana.
  • A febbraio nella frazione di  Sant’Eraclio viene organizzato il ‘Carnevale dei Ragazzi’ animato da carri allegorici e gruppi mascherati, giochi e spettacoli per le strade del paese. Per tutto il periodo carnevalesco è aperta l’Osteria del Carnevale che propone piatti tipici a prezzi politici per cenare insieme in allegria.
  • Mercanti in Piazza: il 2° sabato di ogni mese in piazza Matteotti mercato di antiquariato, di artigianato e del rigattiere.
  • Da maggio a settembre il primo lunedì del mese si svolge la Fiera di Plestia; i banchi vengono allestiti lungo il tratto di strada tra la chiesa della Madonna di Plestia e Colfiorito. Quest’appuntamento mensile ha origini medievali e richiama un grande numero di visitatori anche dai paesi vicini.

Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere a Assisi (20,1 km)
Cosa vedere a Spoleto (27,4 km)
Cosa vedere a Perugia (37,5 km)
Cosa vedere in Umbria