Visitare Siracusa cosa vedere guida turistica

Cosa vedere a Siracusa: consigli informazioni idee per visitare Siracusa.

Immergiti nell’atmosfera di Siracusa

Siracusa

Siracusa è provincia della Sicilia sud orientale, posta nella cornice del porto naturale con l’isola di Ortigia cuore antico della città, tra le acque di Porto Grande e i monti Iblei

Siracusa fu antica colonia greca, e insieme ad Atene e Alessandria, attraversò secoli di grande splendore e tuttora preserva testimonianze in ogni angolo della città.
Il duomo, il tempio di Apollo, il teatro greco, l’anfiteatro romano, l’ara di Gerone, la grotta dei Cordari, gli edifici barocchi sono solo alcuni dei luoghi che fanno di Siracusa una città unica.

Un po' di storia

I resti di capanne circolari sull’isolotto di Ortigia testimoniano l’antica origine di Siracusa datata intorno al XIV secolo a.C.. Siracusa fu fondata nell’VIII secolo a.C. dai Corinzi e successivamente conquistata da Gelone (485 a.C.) che sconfisse i Cartaginesi nel 480 a.C..

Questo fu un periodo di guerre contro Atene che terminò nel 415 a.C. con la sconfitta di Atene.
Successivamente, nel III e IV secolo d.C., Siracusa divenne dominio romano fino al 476 d.C..
Dal 663 al 668 Siracusa divenne capitale dell’Impero d’Oriente.
Nel XI secolo i Normanni dominarono la città mentre nel XIII secolo Federico II di Svevia fortificò l’isola di Ortigia con il Castello di Maniace.
Nel XVI sec., Carlo V, ampliò e fortificò ulteriormente Siracusa ma, nel 1693 un violento terremoto distrusse completamente il centro che venne poi riedificato con costruzioni in stile Barocco.
Con l’Unità d’Italia. nel 1860, furono demolite le mura spagnole e dato il via alla realizzazione dei quartieri nella terraferma.

Arte

Siracusa è una città ricca di arte e la più importante di tutte le opere che racchiude è probabilmente il Castello di Maniace posto sull’isola di Ortigia.
Edificato da Federico II di Svevia, si presenta con una struttura duecentesca con pianta quadrata e due torri cilindriche angolari.

Un altro importante monumento a Siracusa è il Duomo costruito nel VI secolo sul tempio di Athena (V secolo a.C.).
La facciata del duomo (risalente al 1724) è in stile barocco e nel suo interno conserva la statua di Santa Lucia (1600) patrona della città. La chiesa di San Giovanni, probabilmente la prima chiesa cristiana edificata in Sicilia, conserva una estesa necropoli sotterranea (13 km di lunghezza) risalente al IV-V secolo.

Di notevole importanza storico artistica è il Teatro greco di Siracusa, uno dei più grandi del mondo greco. Orientato verso il mare, venne costruito in roccia da Damocopos.

Natura

  • La Fonte Ciane è luogo suggestivo distante solo 6 km da Siracusa, posto fra agrumeti e vigne riflette l’azzurro del cielo questo laghetto circolare mentre un tempo sulle sponde del fiume che lo alimenta venivano coltivati i papiri per la produzione della carta.
  • Molto suggestive sono anche le Latomie di Siracusa, grandi e antiche cave di pietra oggi tramutate in rigogliosi giardini.
  • Di notevole interesse archeologico è la Grande Cava di Cassibile (oggi riserva naturale) formata dal fiume Cassibile, lunga 10 km e profonda 250 metri, nelle cui pareti sono state ricavate migliaia di tombe rupestri.

Cosa visitare

Cosa vedere a Siracusa e dintorni

  • Castello Eurialo: probabilmente lè a più bella fortezza greca. Edificata nel 397 a. C.
  • Galleria regionale: ha sede nel Palazzo Bellomo. Fra le opere custodite troviamo: la Madonna del Cardillo di Domenico Gagini, il monumento funebre di G.Cardinas di Antonello Gagini, l’Annunciazione di Antonello da Messina e il Seppellimento di Santa Lucia del Caravaggio.
  • Museo archeologico regionale Paolo Orsi: uno dei più ricchi musei in Europa con oltre 18.000 pezzi fra i quali molti reperti archeologici greci, romani e paleocristiani.
  • Parco Archeologico della Neapolis: con edifici e latomie (cave di pietra) fra cui il teatro greco, l’ara di Gerone e l’anfiteatro romano.
  • Teatro Greco: è il più importante teatro greco arrivato sino a noi e poteva contenere fino a 15.000 persone.
  • Ara di Gerone: risalente al sec. III a. C. , di dimensioni imponenti (22,80 x 198 m) veniva usato per i pubblici sacrifici.
  • Anfiteatro romano: probabilmente risalente al sec. III a.C.
  • San Giovanni Evangelista: distrutto dal terremoto del 1693, era una chiesa di fondazione normanna. Dal terremoto si sono salvate le catacombe di San Giovanni.
  • Catacombe di San Giovanni: grande necropoli sotterranea risalente al IV secolo d.C. Santa Lucia al Sepolcro: la leggenda dice che la chiesa sia stata costruita dove la santa patì il martirio.
  • Castello Maniace: edificato da Federico II di Svevia nell’isola di Ortigia.
  • Duomo: costruito nel sec. VII.
  • Piazza Archimede: il cuore animato di Siracusa.
  • Tempio di Apollo: risalente al VI secolo a.C è il più antico edificio di culto in stile dorico in Sicilia.
  • Fonte Aretusa: cantata in versi da Pindaro e da Virgilio.
  • Latomie: Cave di pietra risalenti al V secolo a.C., utilizzate poi come prigioni e abitazioni.

Sagre Feste Fiere e Manifestazioni

  • Rappresentazioni classiche di Siracusa: al Teatro Greco da Maggio a Settembre.
  • Ortigia Festival: rappresentazioni teatrali in Luglio nel Parco monumentale di Neapolis e di Ortigia.
  • Lucia di Svezia e Settimana Svedese: Siracusa e Stoccolma insieme per festeggiare Santa Lucia. La manifestazione ha luogo il 13 dicembre quando la statua viene condotta a spalla da sessanta portatori, mentre in Svezia, Lucia vestita di bianco attraversa la città in carrozza e assiste al concerto natalizio.

Utilità

Come arrivare a Siracusa::

  • In auto arrivando da Catania: seguire le indicazioni per Siracusa e percorrere la strada statale 114.
  • In auto arrivando da Palermo: seguire le indicazioni per Catania, imboccare l’autostrada A19 (Palermo – Catania). Alla fine dell’autostrada seguire le indicazioni per la statale 114 che vi porterà a Siracusa.
  • In treno: si arriva direttamente alla stazione di Siracusa.
  • In nave: porto di Palermo (da Napoli e Genova) o al porto di Catania (da Ravenna). In aereo: Aeroporto Internazionale di Catania da dove si può raggiungere Siracusa direttamente con le diverse linee di bus e taxi. L’aeroporto dista da Siracusa circa 45 minuti.

Numeri utili:

Catacombe di S. Giovanni: Ingresso ore: 9.30/12.30 – 14.30/17/30 Tel. 0931-64694.
Gabinetto Numismatico: Ingresso ore: 9.30/13.00 – Merc.: 15.30/17.00 Tel. 0931-481111.
Santuario Madonna delle Lacrime: Ingresso ore: 7.00/13.00 – 15.00/20.00 Tel. 0931/22027.
Museo del Cinema: Via Alagona (Ortigia) Ingresso Mercoledì 8.30-12.30 Pomeriggi e festivi su prenotazione Tel. 0931 65024.
Museo Aretuseo dei Pupi: Palazzo Midiri-Cadorna Piazza San Giuseppe Ingresso da martedì a sabato 10,00-13,00/17,00-20,00 domenica 10,00-13,00 Tel. 0931 465540.
Piccolo Teatro dei Pupi: Via della Giudecca, 17/19 Tel. 0931 465540
Bagno Ebraico: Via Alagona 52 (Ortigia) Ingresso feriale 10.00/19.00 festivi 10.00/13.00 Tel.0931 22255.
Acquario: Ingresso ore 10.00/22.00 Tel. 0931 483095.
Museo Archeologico: Ingresso ore 9.00/18.00 Domenica: ore 9.00/13.00 Tel. 0931 46402.
Castello Maniace: Ingresso ore 8.30/13.30 Tel. 0931 464420.
Castello Eurialo: Ingresso ore 9.00/17.00 Tel.0931 711773.
Ginnasio Romano: Ingresso ore 9.00/13.00 Tel. 0931 481111.
Cattedrale: Ingresso ore 7.30/19.30.
Latomie dei Cappuccini: Ingresso ore 9.30/12.30 – 14.30/18.00 Tel. 0931 41139.

Risorse utili:

Dove dormire a Siracusa



Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere a Avola (24,1 km)
Cosa vedere a Augusta (36,5 km)
Cosa vedere a Pozzallo (63,2 km)
Cosa vedere a Catania (65,4 km)
Cosa vedere in Sicilia