Visitare le Isole Eolie cosa vedere guida turistica

Cosa vedere alle Isole Eolie: consigli informazioni idee per visitare le Isole Eolie.

Immergiti nell’atmosfera delle Isole Eolie

Isole Eolie

Un arcipelago costituito da sette isole di origine vulcanica nel Mare Tirreno a nord della Sicilia in provincia di Messina. Contano due vulcani attivi, Stromboli e Vulcano.

L’isola di Lipari è è la più frequentata dai turisti ed è composta per lo più di materiali lavici.
Fumarole, solfatare e sorgenti termali sono testimonianza dell’ attività vulcanica.
Lipari ha coste alte e rocciose, faraglioni e grotte. Sono presenti zone archeologiche di grande importanza quali tombe sotterranee a volta e monumenti sepolcrali.

Salina, la seconda per estensione dell’arcipelago delle Eolie, è separata da Lipari da un canale percorso da forti correnti marine, le sue coste sono alte e scoscese. Salina, è particolarmente amata dai turisti grazie al suo mare cristallino, alle dolci colline sulle quali si coltivano fichi d’india e all’uva che servirà a produrre il vino Malvasia.

Vulcano è divisa da Lipari da un sottile braccio di mare, ed è composta da tre vulcani.
Il suo paesaggio distinto dalla presenza di grotte, sorgenti termali sottomarine e fumarole.

Stromboli è famosa per il vulcano e per la “Sciara del Fuoco” con i suoi crateri emanifesta tutto il suo fascino al tramontare del Sole quando tutto diventa suggestivo e la sensazione di stare su un vulcano ancora attivo rende tutto affascinante.

Le coste scoscese e scarse di approdi distinguono l’aspro paesaggio di Filicudi che raggiunge i 774 m con la Fossa delle Felci.

Alicudi è la più occidentale delle isole Eolie: la pesca delle aragoste, la coltivazione dei capperi, olive e uva e soprattutto il turismo sono le più importanti risorse degli abitanti.

Panarea è la più piccola delle isole Eolie. La sua origine vulcanica è avvalorata dalla esistenza di sorgenti termali e fumarole. Qui sono presenti resti di insediamenti dal Neolitico all’età romana come quelli rinvenuti sul promontorio del Milazzese risalenti dell’Età del Bronzo.

Cosa visitare

Cosa vedere alle Isole Eolie e dintorni

  • il Museo Archeologico: con sede a Lipari, illustra la millenaria storia dell’arcipelago. La visita di questo museo è tappa fondamentale per conoscere la storia delle isole Eolie
  • Le tante spiaggette, cale nascoste e il mare limpido che insieme agli eventi particolarmente concentrati nella stagione estiva ti faranno vivere una vacanza davvero indimenticabile.
  • Chiesa delle Anime del Purgatorio: risalente al sec. XIII. (isola di Lipari)
  • Il Castello: ampia fortificazione naturale a picco sul mare. (isola di Lipari)
  • La Cattedrale: risalente al 1084 e costruita dai Normanni. (isola di Lipari)
  • Museo archeologico: con sede nel Castello e nel palazzo arcivescovile. (isola di Lipari)
  • Villaggio d’età neolitica e una necropoli greco-romana: posto in in contrada Diana è una vasta zona di grande interesse archeologico. (Lipari)
  • le antiche grotte dell’allume (isola di Vulcano)
  • la grotta dei Rossi (isola di Vulcano)
  • la grotta del Cavallo (isola di Vulcano)
  • la spiaggia Vulcano Gelso col vecchio faro. (isola di Vulcano)
  • Villaggio neolitico: sul promontorio di Capo Graziano. (isola di Filicudi)
  • Scoglio del Giafante: scoglio basaltico di origine vulcanica a nord dell’isola. Si erge dal mare ed ha una forma che ricorda un elefante (isola di Filicudi)
  • Grotta del Bue Marino (isola di Filicudi)
  • Fossa delle Felci: il cratere del vulcano (isola di Filicudi)
  • Ara sacrificale: posto sul promontorio di Capo Grazian (isola di Filicudi)
  • Museo Eoliano: in località porto. (isola di Filicudi)
  • il rifugio naturale detto Timpone delle Femmine, cosi denominato perché le isolane vi si rifugiavano all’arrivo dei pirati (isola di Alicudi)
  • L’erica, che cresce negli anfratti rocciosi, diede all’isola l’antico nome di Ericusa. (isola di Alicudi)
  • Isolotto di Basiluzzo: dove si sono scoperti con resti di edifici romani e mosaici. (isola di Panarea)

Utilità

Come arrivare alle Isole Eolie:

  • In aliscafo: da Milazzo, Messina, Reggio Calabria, Palermo, Napoli, Sant’Agata di Militello, Cefalù.
  • In nave: da Milazzo e Napoli.
  • In aereo: aereoporto di Napoli, Catania, Reggio Calabria, Palermo.
  • In auto: chi proviene dal Nord può imbarcare l’automobile sui traghetti a Napoli; dalla Sicilia l’auto si imbarca a Milazzo.
  • In treno: stazione di Milazzo, dove sostano i principali treni che congiungono Messina a Palermo.

Numeri utili:
Centro Servizi Turismo: tel. 090 9813542.
Museo Archeologico di Lipari: tel. 090 9880174.
Azienda Autonoma di soggiorno e turismo Isole Eolie: tel. 090 981110.

Ulteriori informazioni nel sito del Comune di Lipari.
Se desideri maggiori informazioni su Salina visita il sito: http://it.wikipedia.org/wiki/Isola_di_Salina.

Dove dormire alle Isole Eolie

Hotel 4 stelle

RESIDENCE HOTEL LA GIARA (isola di Lipari) albergo 4 stelle

Hotel 3 stelle

HOTEL RAVESI (isola di Salina) albergo 3 stelle
HOTEL OSSIDIANA (isola di Stromboli) albergo 3 stelle

Residence

RESIDENCE VULCANO BLU (isola di Vulcano)


Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere in Sicilia