Visitare il Castello Grifeo a Partanna cosa vedere guida turistica

Cosa vedere nel Castello dei Principi Grifeo a Partanna: consigli informazioni idee per visitare il castello di Partanna (Trapani).

Video Castello di Brucoli

Il Castello medievale della famiglia Grifeo rappresenta l’emblema più significativo della città di Partanna (in provincia di Trapani).
Edificato nel 1076 gran conte Ruggero il Normanno, in occasione fine al locale dominio musulmano, su progetto dell’architetto corleonese Perbono Calandrino e nella prima metà del 1300 ornato con le torri, i merli, il giardino e la corte che gli hanno conferito la sontuosa struttura siculo-aragonese.

La fortezza, fra le meglio conservate della S1c1l1a occidentale, è in luogo strategico sulla collina ed è stata per 9 secoli la dimora dei principi Grifeo (alla quale appartenne fino al 1890).

La fisionomia odierna risale al XIV secolo.
Nella porta principale del cortile puoi ancora oggi vedere lo stemma dei Grifeo. Nel tempo l’edificio ha subito molte modifiche principalmente al suo interno, ma ha conservato le architetture di tipo difensivo come le torri e le merlature, mentre le sale interne sono state arricchite con affreschi dei quali solo uno è ancora visibile.
Puoi anche ammirare 6 tele giunte dalla parrocchia di San Nicolò di Tolentino ed esposte nella Sala delle armi o sala del Trono del maniero.

Il castello, dopo i restauri del 2003 e 2007, oggi ospita il Museo Civico della Preistoria del Basso Belice.
Suddiviso in diverse sezioni che spaziano da quella archeologica a quella storico e artistica, ha fra le più importanti attrazioni il piano seminterrato, dove un tempo vi erano le antiche cantine, e il piano sotterraneo, davvero affascinante e un tempo usato per conservare il ghiaccio.
Nelle varie sale del castello puoi vedere molti reperti archeologici del periodo del tardo Neolitico e dell’età del bronzo trovati nella zona archeologica del territorio partannese denominata contrada Stretto durante alcune campagne di scavi.
Nella collezione esposta puoi vedere vasellame, zanne di elefanti, scheletri umani, asce e bicchieri campaniformi.

Nel giardino trovi gli ingressi che conducono ai locali sotterranei dove sono le scuderie con volte a botte con cunicoli sotterranei che probabilmente collegavano il castello ad altre costruzioni dell’epoca ed oggi usati come sale conferenze e le cantine dove vi erano le botti e gli antichi torchi per la produzione di olio e vino.
In alcune stanze delle cantine vi è un museo etno-antropologico che conserva strumenti e arnesi della civiltà contadina.

Indirizzo: via Vittorio Emanuele, Partarnna (TP)
Telefono. 0924 923970.
Orario: dal martedi alla domenica dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 16,30 alle ore 19,30.
Ingresso: a pagamento


Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere a Marsala
Cosa vedere a Trapani
Cosa vedere a Sciacca
Cosa vedere a Favignana
Cosa vedere in Sicilia