Visitare Lecce cosa vedere guida turistica

Cosa vedere a Lecce: consigli informazioni idee per visitare Lecce.

Immergiti nell’atmosfera di Lecce

Lecce

Lecce si trova tra il Mare Adriatico ed il Mar Ionio, nel cuore del Salento

Lecce è città d’arte nella quale predominano le preziose architetture barocche realizzate con la caratteristica, dorata pietra leccese.
In questa sorta di museo a cielo aperto il turismo è una voce economica primaria.

Cosa visitare

Cosa vedere a Lecce e dintorni

  • Piazza Sant’Oronzo dove si possono ammirare l’obelisco del Santo, l’Anfiteatro Romano ed il cinquecentesco Palazzo del Sedile
  • la Basilica di Santa Croce e l’attiguo Palazzo dei Celestini
  • il Duomo ed il Castello di Carlo V.
  • Interessanti anche la Pinacoteca, il Museo Archeologico ed il Museo dedicato alla cultura cinese.

Lecce e il Barocco

Lecce è una grande ed antica città che sfoggia un purissimo cuore barocco nel bel mezzo del Salento.

Guarda il video sul Barocco Leccese

L’incanto di Lecce è sicuramente in tutta la zona antica della città, fatta di vicoletti che si intrecciano come i fili di un tessuto che finiscono in straordinari scenari.
Un totale trionfo di Barocco, realizzato con la rinomata “pietra leccese”, roccia nota per la sua facilità di lavorazione. La malleabilità di questa roccia è stata pienamente sfruttata dall’uomo nel corso dei secoli, che ha trasformato la pietra in serti di fiori, ceselli, trafori e notevoli statue.

Il Barocco leccese si esprime non solo nei nobili palazzi, nelle chiese e negli edifici cardinali: è un elemento onnipresente in qualsiasi edificio, anche nel più umile. Troviamo infatti riferimenti a questa corrente artistica in ogni balcone, in ogni portale.
– fregi e stemmi molto elaborati
– un lussuoso eccesso, tipicamente barocco
– animali mitologici
– motivi floreali
– varie figure
Questa forma artistico-architettonica caratteristica della città, nacque nella seconda metà del Cinquecento, sotto pesanti influenze dallo stile spagnolo. Il Barocco leccese fiorì nel secondo Seicento, trascinandosi anche nel primo Settecento.

La corrente artistica si espresse appieno anche in architettura, con le opere dei Giuseppe Zimbalo e Cino, due prestigiosi architetti locali.
Dall’abbandono della classica arte aragonese, sorse una tendenza nuova, che si prefisse l’obbiettivo di stupire, stuzzicando fantasia e immaginazione.
Furono le forti autorità religiose ad arricchire quella che allora, nel XVI secolo, era poco più che una cittadina fortificata. Il rinnovamento della città avvenne passando attraverso la profonda rivisitazione di edifici medievali, prevalentemente chiese e palazzi nobiliari.

Il cuore della città si materializza perfettamente con la Basilica di Santa Croce, definita come la più alta manifestazione del Barocco in città. Fu iniziata a metà Cinquecento, ma i lavori si protrassero fino al Settecento. Il suo tratto saliente esteriore è senza dubbio la trionfale facciata, che fa sfoggio di ricchissime decorazioni, che per descrivere singolarmente una ad una non basterebbe un intero libro.

Il complesso della basilica ha un duplice volto, che contempla anche il Palazzo dei Celestini, il cosiddetto Palazzo del Governo, tutta una grande esibizione: decori alle finestre, stemmi, fregi e scudi araldici, fra i quali spicca il portale d’ingresso, decorato con putti e frutta a grappoli.
Per ordine gerarchico, la seconda attrattiva barocca è Piazza Duomo, una piazza chiusa che si apre nella sua imponente armoniosità una volta oltrepassato un monumentale portale: ci si imbatte immediatamente nella frontale presenza scenica del Duomo, che è affiancato dal Palazzo Vescovile e dal settecentesco Palazzo del Seminario.

Di grande presenza scenica, la porta laterale del Duomo ed il suo campanile, costruito su 5 livelli ed alto più di 70 metri.
La piazza è dominata dalla Colonna di Sant’Oronzo, alta quasi 30 metri. Sulla sua sommità è collocata la statua del santo patrono che benedice la città.

Utilità

LINK UTILI

Dove dormire a Lecce

Bed & Breakfast

B&B LECCESALENTO


Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere a San Foca (24,7 km)
Cosa vedere a Porto Cesareo (28,2 km)
Cosa vedere a Gallipoli (41,1 km)
Cosa vedere a Otranto (45,8 km)
Cosa vedere a Santa Cesarea Terme (50,7 km)
Cosa vedere in Salento
Cosa vedere in Puglia