Visitare Asti cosa vedere guida turistica

Cosa vedere a Asti: consigli informazioni idee per visitare Asti.

Immergiti nell’atmosfera di Asti

Video Asti

Asti è capoluogo di provincia del Piemonte, nel cuore del Monferrato, in Val Tanaro

Asti è conosciuta soprattutto per le specialità gastronomiche e per i pregiati vini, ma è anche una città piacevole da visitare; il centro storico è di aspetto medioevale, si può passeggiare sotto porticati ottocenteschi imbattendosi in torri, piazzette e antichi palazzi.

Cosa visitare

Cosa vedere a Asti e dintorni

Tra le numerose emergenze architettoniche segnaliamo:

  • il Complesso del Battistero di San Pietro in cui è allestito il museo Archeo-Paleontologico
  • l’antica Basilica di San Secondo in stile gotico
  • le Cripte di San Secondo, San Giovanni e Sant’Anastasio, quest’ultima si trova nei pressi della Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Gottardo.
  • Di epoca medioevale il Palazzo del Comune, Palazzo Catena e Palazzo Zoya; Palazzo Gazzelli e i Palazzi Natta affiancati dalle omonime Torri
  • Torre De Regibus, Torre Solaro, Torre Asinari e Torre Troyana.
  • Il rinascimentale Palazzo Malabaila e del periodo barocco Palazzo Verasis-Asinari, Palazzo Ottolenghi, Palazzo Mazzetti e il Palazzo Civico.
  • Meta per una piacevole gita fuori porta lo splendido Castello di Costigliole d’Asti, a poco più di 15 km.
  • Numerosi gli appuntamenti per fiere, sagre ed eventi; il più conosciuto ed importante è il Palio d’Asti che si corre a settembre mentre a maggio si svolge la Fiera Carolingia con innumerevoli bancarelle che occupano tutte le vie del centro storico.

Passeggiando nel centro storico

PIAZZA SAN SECONDO

Qui visitiamo la Collegiata di San Secondo, dedicata al Santo patrono, splendido edificio romanico-gotico con la cripta e il campanile del XI secolo.
Un breve giro attorno alla piazza permette di scoprire i portici medioevali e, all’angolo con piazza Statuto, il Palazzo dei Tribunali e quello del Consiglio di Città.
Da piazza Statuto, con la torre della famiglia Guttuari, raggiungiamo via Garetti, dove incontriamo Palazzo dei Leoni.

DUE PASSI IN PIÙ

Da piazza Statuto percorrete un tratto di via XX Settembre per vedere la casaforte dei Catena e risalite in via Garetti attraverso via Solari e via Balbo.
Da via Garetti scendiamo in via San Martino per ammirare, all’incrocio con via Sella, la massiccia torre Ponte Lombriasco e l’elegante casaforte dei Roero di Cortanze.
Risaliamo per via Roero dove si trovano le varie dimore della omonima famiglia, tra cui la casa torre dei Roero di Monteu.
All’incrocio con corso Alfieri l’ottagonale torre De Regibus e di fronte i resti della torre Quartero.
Seguiamo corso Alfieri fino alla torre Rossa, monumento romano nella parte inferiore ma romanico (XII secolo) negli ultimi due piani.
Da qui vediamo anche un tratto della antiche mura trecentesche.
Imbocchiamo quindi via Varrone e, arrivati a Palazzo Pelletta svoltiamo a destra in via Massaia: Palazzo Mazzola (XIII-XVI secolo) ospita l’Archivio Storico.
Ancora pochi passi e abbiamo di fronte l’imponente e bellissimo edificio gotico della Cattedrale (XIV secolo).
Il campanile è del 1266, il mosaico pavimentale del presbiterio del XII secolo.
Tramite l’acciottolata via Caracciolo giungiamo in via Carducci per vedere Palazzo Zoia e, un po’ più avanti, la Torre Solaro.

PROSEGUENDO NEL CUORE ANTICO

Percorriamo via Natta (palazzo Pelletta, torre dei Natta e Palazzo Asinari) e via Giobert (Palazzi Falletti, Della Rovere e Strata), per tornare in via Carducci; sempre sulla destra, il Palazzo Vescovile mostra le tracce del suo passato medioevale.
Svoltiamo in via Mons. Rossi e arriviamo così in Piazza Roma, di fronte ai 39 metri della torre Comentina.
Procediamo sul corso Alfieri e infiliamoci a destra nella stretta via Incisa: il Palazzo del Podestà presenta un sala gotica a pian terreno.

Torniamo in corso Allieri passando per Via Gobetti con gli antichi portici e svoltiamo a sinistra per raggiungere piazza Medici: la torre Troyana che la domina è la più alta ed elegante della città.
Oltrepassiamo piazza Alfieri e seguiamo il corso fino alla sua estremità est dove è consigliata la visita al complesso medioevale di San Pietro in Consavia, ex ospedale dei Gerosolimitani (XII-XV secolo).
Ritornando verso piazza Alfieri incontriamo la chiesa di Santa Maria Nuova con il campanile romanico.

A POCHI MINUTI DI AUTO
La chiesa trecentesca di Santa Maria di Viatosto con i suoi affreschi e la terrazza sulla città (raggiungibile tramite corso Dante, via Conte Verde, via Vogliolo).

Ulteriori informazioni, eventi, curiosità e guide nel sito del Comune di Asti.

Dove dormire a Asti

Hotel 4 stelle

HOTEL SALERA albergo 4 stelle
HOTEL PALIO albergo 4 stelle

Hotel 3 stelle

HOTEL REALE albergo 3 stelle
HOTEL LIS albergo 3 stelle
HOTEL ANTICA DOGANA albergo 3 stelle

Hotel 2 stelle

RELAIS CATTEDRALE albergo 2 stelle

B&B e Agriturismo

BED AND BREAKFAST LA VALLE
AGRITURISMO LA CASCINA DEL CASTELLO
AGRITURISMO TENUTA POLLEDRO



Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere a Alba (30,2 km)
Cosa vedere a Alessandria (39 km)
Cosa vedere a Torino (57,1 km)
Cosa vedere in Piemonte