Visitare Varese cosa vedere guida turistica

Cosa vedere a Varese: consigli informazioni idee per visitare Varese dove dormire.

Immergiti nell’atmosfera di Varese

Varese

Città vivace e moderna, celebre per la lavorazione del cuoio e delle calzature, Varese è posta sul piano e sul declivio, che dal monte di Campo dei Fiori e dal Sacro Monte, scende delicatamente fino al lago.

Di origini molto antiche, il toponimo deriva dal celtico ‘var’, e cioè ‘acqua’, la città unì il suo destino alla vicina Milano, fino al 1538, quando su concessione di Carlo V ottenne il titolo di Comune libero.
Nel 1765 iniziò la Signoria di Francesco III d’Este duca di Modena, mentre nel 1859 si ebbe l’unione con il nascente regno d’Italia.

Incantevoli specchi d’acqua, il suggestivo sfondo del monte di Campo dei Fiori e gli eleganti parchi rendono Varese una città armonica e a misura d’uomo.

Cosa visitare

Cosa vedere a Varese e dintorni:

  • La visita al centro storico prende il via da Piazza del Podestà, cuore della città.
    Qui sorgono il Palazzo del Pretorio e il Palazzo Biumi o ‘Broletto’
  • Da piazza della Podestà attraversando un suggestivo arco, si arriva al Piazza San Vittore, dove si trovano i più importanti edifici religiosi.
  • Su tutti si staglia la neoclassica facciata della Basilica di San Vittore (XVI-XVII secolo) con il maestoso campanile barocco.
    Edificata sui resti di un antico edificio religioso del X secolo, la Basilica conserva importanti opere d’arte, tra cui l’affresco della Madonna (XV secolo) attorniata da 15 tondi coi Misteri del Rosario, opera di Francesco Mazzuchelli.
  • Di grande bellezza anche l’annesso Battistero in stile romanico, con affreschi del “300 lombardo, e una pregiata fonte battesimale.
  • Proseguendo lungo Via Leopardi fino alla moderna Piazza Monte Grappa, dove si può ammirare il Palazzo Estense, residenza estivo – autunnale di Francesco III d’Este, oggi sede del Municipio, con interni di grande pregio artistico
  • Dietro la regale dimora, si estende lo splendido parco all’italiana dei Giardini Estensi, da cui si accede a Villa Mirabello (XVIII secolo), oggi sede dei Musei Civici.
  • Per gli appassionati d’arte, la più ricca collezione privata d’arte contemporanea esistente in Italia è a Villa Menafoglio, oggi Panza, situata sul colle Biumo.
  • LE PLACIDE ACQUE DEL LAGO
    Posato in una vasta conca, ai piedi del Campo dei Fiori, il Lago di Varese è uno dei bacini di origine glaciale più particolari di tutta l’area prealpina.
    Qui l’uomo si insediò fin dalla preistoria, come provato dal villaggio di palafitte un tempo posto sull’isola Virginia.
    I tanti reperti di quelle epoche sono conservati nelle sale dei Musei Civici di Varese, Como e Milano.
    Circondato da poggi e terrazzi costellati di borgate e ville eleganti, il lago ha visto, in questi ultimi anni, il fiorire di molteplici attività turistiche che ne hanno ampliato la fama a livello internazionale.

Utilità

Risorse utili
Varese su Wikipedia

Dove dormire a Varese



Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere a Ispra (21,8 km)
Cosa vedere a Laveno (24,8 km)
Cosa vedere a Angera (27,3 km)
Cosa vedere a Maccagno (28,6 km)
Cosa vedere a Como (30,5 km)
Cosa vedere a Maccagno (33,9 km)
Cosa vedere a Milano (57,6 km)

Inoltre può interessarti visitare anche…

Lago Maggiore
Lago di Como
Lago di Garda
Valtellina
Lombardia