Visitare Viterbo cosa vedere guida turistica

Cosa vedere a Viterbo: consigli informazioni idee per visitare Viterbo dove dormire.

Immergiti nell’atmosfera di Viterbo

Viterbo è capoluogo di provincia nella parte nord del Lazio. Sorge lungo la Via Cassia, in prossimità dei Monti Cimini, tra il Lago di Vico e quello di Bolsena.

Viterbo è nota anche per le sorgenti termali: quella del Bulicame, che compare anche in un canto dell’Inferno di Dante, alimenta anche la piscina di 2.000 metri quadrati all’interno delle Terme dei Papi.

I viterbesi festeggiano la Santa Patrona con una manifestazione unica e spettacolare. Per celebrare la traslazione del corpo della Santa dalla Chiesa di S. Maria in Poggio al Santuario a lei dedicato, un centinaio di appartenenti ai “Cavalieri di S. Rosa” trasportano una torre illuminata da fiaccole e luci elettriche chiamata La macchina di S. Rosa.

Un po’ di storia

Dalla metà del tredicesimo secolo fino al quattordicesimo è stata sede della residenza papale ed ha ospitato numerosi conclavi, per questo motivo è nota come la “Città dei Papi”.

Antico insediamento etrusco venne occupata e fortificata dai Longobardi che le diedero il nome di Castrum Viterbii.
Città contesa tra Impero e Stato Pontificio, teatro di lotte intestine tra le famiglie nobili, durante il Medioevo ebbe un periodo di espansione architettonica arricchendosi di chiese, torri e palazzi.

Cosa visitare a Viterbo e dintorni:

  • Quartiere di San Pellegrino: è il quartiere medioevale meglio conservato e più caratteristico d’Italia, vi si ritrovano praticamente inalterate le atmosfere medievali.
  • Via San Lorenzo: con la fontana del Gesù, la torre del Borgognone del dodicesimo secolo e la Chiesa di S. Silvestro in stile romanico.
  • Santuario della Madonna della Quercia: a due km. da Viterbo, risalente all’epoca rinascimentale. E’ possibile visitare l’annesso Museo degli Ex Voto su richiesta tel. 0761 303430.
  • Chiesa di Santa Maria Nuova: risalente all’anno 1080, ospita una cripta paleocristiana ed un chiostro longobardo.
  • Necropoli etrusca di Castel d’Asso: a poca distanza dalla città, ospita numerose tombe e le vestigia di un castello medioevale.
  • Monastero di Santa Rosa: contigui al monastero si trovano il Santuario e la Casa di Santa Rosa.

Eventi e manifestazioni a Viterbo:

  • Festa di Santa Rosa: il 03 settembre, emozionante e spettacolare per festeggiare la Santa Patrona.
  • San Pellegrino in Fiore: alla fine di aprile il quartiere medievale di S. Pellegrino e parte del centro storico si colorano con aiuole e addobbi floreali.
  • Fiera dell’Annunziata: il 25 marzo.

Come arrivare a Viterbo:

  • In automobile da Roma: uscita 5 del Raccordo Anulare, percorrere la SS 2 (Cassia Bis e Cassia) fino a Viterbo, oppure la strada panoramica SP Cimina deviando a Monterosi.
  • In automobile da Firenze: Autostrada A1 fino al casello di Orte, proseguire sul raccordo fino a Viterbo.
  • In treno: Stazione Porta Fiorentina Tel. 0761 3161 – Stazione Porta Romana Tel. 0761 303429; linee ferroviarie Roma Ostiense-Viterbo, Orte-Viterbo, Roma Nord- Viterbo.
  • In aereo: aeroporti di Roma Leonardo da Vinci (Fiumicino) Tel. 06 65951 e G.B. Pastine (Ciampino) Tel. 06 65951.

Comune di Viterbo: Tel. 0761 3481
Azienda di promozione turistica: Tel. 0761 291003
Punto Info Turistiche: Tel. 0761 304795
Museo Nazionale Archeologico: Tel. 0761 325929
Museo Civico: Tel. 0761 340810
Biblioteca Comunale: Tel. 0761 340695
Taxi: Porta Fiorentina Tel. 0761 340777
Farmacia Comunale La Quercia: Tel. 0761 326530
Ospedale: Tel. 0761 3391
Pronto Soccorso: Tel. 0761 308622
Ambulanze: Tel. 0761 304033
Guardia Medica: Tel. 0761 324221.


Potrebbero interessarti le guide turistiche di…

Cosa vedere a Bolsena (32,5 km)
Cosa vedere a Trevignano Romano (32,7 km)
Cosa vedere a Roma e nel Lazio