Costiera Amalfitana cosa vedere: guida turistica

Cosa vedere nella Costiera Amalfitana: consigli informazioni e idee per visitare la Costiera Amalfitana.

Atrani

Il percorso sulla Costiera Amalfitana esordisce da Atrani, un tipico centro di pescatori

Qui sono preservate le caratteristiche della borgata medievale, con incantevoli case affacciate sulla spiaggia che si moltiplicano man mano che ci si inoltra verso la piazzetta principale.

Cosa vedere ad Atrani

  • l’imponente Chiesa di San Salvatore de’ Bireto, edificata nel 940 e in seguito ristilizzata secondo i canoni della cultura neoclassica
  • il monumento più autorevole di Atrani è la chiesa di Santa Maria Maddalena con la torre campanaria a pianta quadrata è il simbolo di Atrani che conserva al suo interno un prezioso altare marmoreo e dipinti quattrocenteschi
  • Dalla piazzetta principalesi possono risalire i vicoli che portano a stupendi panorami sul mare.

Immergiti nell’atmosfera della Costiera Amalfitana


Amalfi, gioiello fra mare e monti

Amalfi è incastonata fra mare e montagna, ad essa è dedicato il nome dell’intero tratto di costa, che dalla provincia di Salerno porta fino a Sorrento.

Le case bianche aggrappate al pendio dove termina la Valle dei Mulini, esprimono una delle particolarità di Amalfi.
La loro distribuzione dà vita a un labirinto di strade, viuzze e vicoli.

Cosa vedere ad Amalfi

  • il Duomo al quale si giunge per mezzo di una ripida scalinata. In onore di Sant’Andrea, la cattedrale risale al IX secolo, e più volte ritoccata nello stile,
    Oggi si mostra con una facciata abbellita con sottili lamine d’oro, e un massiccio portone in bronzo, costruito a Costantinopoli intorno al 1066.
  • Dall’atrio del Duomo si ha accesso al Chiostro del Paradiso, fra i più importanti edifici di Amalfi, in stile arabo, risalente al 1268 con all’interno gallerie con resti di epoca romana e medievale.
  • Fra le escursioni marittime decisamente importante è la visita alla Grotta dello Smeraldo, nei pressi di Conca dei Marini. Scoperta nel 1932, un tempo era una cavità asciutta, ma poi il mare si è impadronito di questa grotta dipingendo un contesto incantevole. All’interno sono presenti formaziozioni di stalattiti e di stalagmiti, alcune delle quali si ergono dal mare superando i dieci metri di altezza e contribuendo a creare una suggestione unica. Adagiato sul fondale a una profondità di circa quattro metri vi è il presepe realizzato in ceramica.

Conca dei Marini

I colori di questo borgo marinaro spaziano dall’azzurro del mare al verde della vegetazione, un mondo di piccole case imbiancate a calce, sparse nella vegetazione accesa dai riflessi d’argento degli ulivi.

Praiano

Borgo di pescatori adagiato lungo sul pendio del monte Sant’Angelo.

Da vedere a Praiano

  • la Chiesa Parrocchiale di San Luca che custodisce una reliquia del santo e alcuni dipinti deI 1572
  • Praiano regala un affascinante vista sull’arcipelago delle Sirenuse, dietro le quali si può intravedere l’isola di Capri.

Vettica Maggiore

Per arrivare alla sua spiaggia si percorre una stradina che attraversa una piantagione di ulivi.

Da vedere a Vettica Maggiore

  • la piazza-terrazza, decorata dal pavimento in maiolica, affacciata sulla favolosa vista di Positano
  • la Chiesa Parrocchiale di San Gennaro risalente al 1400 e la Torre di Praia, antica roccaforte a difesa dall’invasione dei Saraceni.

Furore

Caratteristico paesino a 300 metri sul livello del mare, con la possente massa rocciosa che scende a piombo sul mare tagliata da diverse gole, la più caratteristica è denominata “lo schiato”, orrido profondo scavalcato dalla strada litoranea.

Per arrivare al paese dalla strada Costiera è necessario percorrere un sentiero, composto anche da gradini.

Da vedere a Furore la chiesa di San Michele Arcangelo, la chiesa di San Giacomo e la chiesa di Sant’Elia.

Positano "La Perla"

Fondata probabilmente da abitanti di Paestum sfuggiti ai saraceni, fu rivale di Amalfi.

Dalla sua costa si può raggiunge l’arcipelago delle Sireinuse, detto anche Li Galli, composto da tre isolette solitarie e rocciose.

Sin dalla fine degli anni Cinquanta, Positano è un punto di riferimento per il mondo della moda, e le eleganti boutique sparse in ogni angolo di Positano sono solo un segno dell’importanza della località in questo settore.
Qui si respira l’atmosfera dell’antica città di mare, ma anche gli strascichi dei ruggenti anni Sessanta.


Vedi gli alberghi della Costiera Amalfitana
Vedi tutti i last minute della Costiera Amalfitana


Potrebbero interessarti le guide di…