Lucca e le sue mura

Guida alla città di Lucca: le Mura e Piazza Colosseo

Video Lucca

LE MURA
Segno di riconoscimento di Lucca, la cinquecentesca cinta muraria, dal cui interno si estendono a raggiera le nuove zone della città.
Dentro il perimetro delle mura, il centro storico ha mantenuto la struttura della città-stato antica, caratterizzato da viuzze e caratteristiche piazze circondate da case in cotto, case-torri in pietra risalenti al XI e XII secolo, e palazzi rinascimentali.

Da spartiacque fra passato e presente, un perimetro di viali alberati che ingloba le mura antiche, convertite così in percorso di 4 km. a 12 metri di altezza, con una base di circa 30 metri, transitabile a piedi e in bicicletta.
Lungo questo camminamento si stagliano gli 11 bastioni a forma di punta di freccia (detti orecchioni) che si susseguono lungo il perimetro dell’antica cinta.
Edificati a difesa sia della cinta stessa che delle porte d’accesso alla città, queste fortificazioni un tempo erano fornite di potenti artiglierie e di depositi sotterranei per materiali bellici.
Nonostante siano uno straordinario modello di costruzione militare dei secoli XVI e XVII, queste mura non hanno mai subito attacchi.
Furono invece un valido aiuto nel 1812, quando protessero Lucca dalla inondazione del fiume serchia.

LA SUGGESTIVA PIAZZA DEL MERCATO
Via Fillungo, accompagnata da remote case e torri, si spalanca in una delle meraviglie del centro storico, l’embrema della città, l’incantevole Piazza del Mercato (più conosciuta come Colosseo).
Di forma ovale con quattro accessi agli estrremi dei due assi, la piazza riproduce la circonferenza di un anfiteatro romano risalente al II secolo. Di quel periodo, oltre alla parte di mura visibili nella minuscola chiesa di Santa Maria della Rosa, permangono alcuni resti dell’Anfiteatro inclusi nelle case già nel Medioevo.

PUCCINI E LEONARDO
Gli ammiratori di Giacomo Puccini (che qui nacque nel 1858) possono avere accesso alla casa natale situata in via di Poggio, dove è conservato il pianoforte dove il musicista concepì la Turandot, oltre a costumi, lettere e fotografie.
Gli appassionati di Leonardo da Vinci hanno la possibilità di toccare con mano e fare funzionare le macchine che l’artista inventò presso il Palazzo Cenami ubicato in via Roma.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.