Parco Regionale del Conero

Il Parco Regionale del Conero: l’unico promontorio della costa Adriatica da Trieste al Gargano.

Video Parco Regionale del Conero

Il fulcro del Parco Regionale del Conero è il Monte Conero, isolato promontorio della costa Adriatica da Trieste al Gargano.
Il lotorale è alto e abbondante di scogli, spiaggette e grotte.
La parte interna si presenta al contrario più dolce e composta gruppi collinari.

Il Parco è stato fondato nel 1987, ma governato solo dal 1991, si trova molto vicino ad Ancona, e racchiude luoghi di grande fascino: il belvedere nord, la baia di Portonovo, la spiaggia delle due sorelle, i laghi costieri, Pian Grande, Pian dei Raggetti.

Abbondante la vegetazione con leccio, lentisco, viburno, alloro, fillirea, corbezzolo che costituiscono un terzo di tutta la ricchezza floristica delle Marche.
Nei versanti meno assolati si sviluppano l’acero, la roverella, l’orniello e il carpino nero.

Si possono vedere con relativa facilità rapaci come l’aquila minore, l’aquila anatraia minore, il pecchiaiolo, grillaio e le albanelle. Inoltre sono presenti le cicogne e piccoli passeriformi.
Si trovano donnole, volpi, tassi e ricci e altrettanto ricca e varia è la popolazione marina con orate, dentici, saraghi, polpi, datteri di mare e ostriche.

Tante sono le passeggiate e le escursioni che qui si possono affrontare, umerose escursioni panoramiche, talune non prive di difficoltà.
La più agevole ma anche più affascinante è l’attraversamento del Conero da Sirolo a Massignano.

I NUMERI DEL PARCO REGIONALE DEL CONERO
Superficie: 6.011 ettari.
Altezza: fino a 572 metri sul livello del mare
Gestione: Ente di Gestione del Parco Naturale del Conero.
Sede: via Vivaldi 1/3, 60020 Sirolo (An), tel. 071 933 1161
Periodo migliore per la visita: tutto l’anno

Ulteriori informazioni e approfondimenti nel sito del Parco Regionale del Conero